Ecut SI, altri NO

Ecut SI, altri NO

.

Periodicamente compaiono sul mercato italiano macchine simili ad E.cut.
Sono macchine provenienti dal mercato cinese, non direttamente dal costruttore, ma da rivenditori o esportatori che comprano le macchine di costo piu’ basso,  “nude”, le verniciano e danno un marchio. Spesso dopo alcuni anni chiudono, e riaprono con altro nome.
In quel mercato le esigenze sono ben diverse da quelle del mercato europeo. I costi della mano d’opera molto piu’ bassi rendono secondari accorgimenti per limitare l’ intervento degli operatori.
Genesi da quasi tre lustri distribuisce le macchine di uno tra i piu’ importanti costruttori.
Avendo sempre a disposizione ed in funzione i vari modelli per dimostrazioni e test, ha maturato una grande esperienza, sia riguardo a lavorazioni che a materiali.
Importanti clienti operanti in settori ad altissimo contenuto tecnologico, aeronautico, petrolifero, stampa additiva, meccanica di alta precisione, sono testimoni della qualita’ e dell’ affidabilita’ delle macchine E.cut.

.

L’esperienza diretta ha portato a modifiche ed aggiunte , alcune brevettate, che rendono E.cut diversa da macchine simili.
SlipOn Sistema di inserimento del filo facilitato sulle rotelline
Isotensio, sistema di tensionatura del filo
Rotopower, sistema per la lavorazione dell’ alluminio
Sistema di caricamento del filo con frizione preregistrata e registrabile.
Questi accorgimenti e queste modifiche pongono rimedio a carenze di cui altri nemmeno si accorgono !
Sono accorgimenti che in alcuni casi vengono eseguiti ed approntati direttamente in fabbrica dietro indicazioni e disegni forniti da Genesi.
La collaborazione diretta tra Baoma e Genesi e’ molto efficace. 

.

All’ installazione della macchina vengono caricati:
– Sistema operativo Windows 10 PRO in italiano,con regolare licenza
Manuale in italiano in formato CHM ( help di Windows), ed in formato PDF di oltre 400 pagine, consultabile a macchina in lavoro e da qualsiasi PC, Tablet o Smartphone.
Il manuale comprende il programma per la visualizzazione dinamica in 3D delle parti piu’ importanti della macchina.
Nel manuale sono inseriti gli schemi delle schede elettroniche della macchina
Sistema di tele assistenza e controllo remoto, ( sia da Genesi, che da altre postazioni aziendali )
Workmanager, programma per il carico delle commesse e la registrazione degli eventi in un diario macchina. Le commesse sono importabili da remoto, ed il diario eventi esportabile.
– Il programma di grafica ( Autocad 2005 ), ed il software CNC possono essere caricati in qualsiasi PC remoto. I programmi possono cosi’ essere elaborati in ufficio tecnico, ed inviati alla macchina.

Il sistema operativo, e gli altri programmi installati pongono l’ impianto pronto e con i requisiti richiesti dalle leggi per l’ ottenimento dei benefici dell’ Industria 4.0.

E.cut ™ e’ solo Genesi, se non e’ E.cut ™ non e’ la stessa cosa !.

E.cut™ a Kilometro Zero – Da fiere, esposizione, fine noleggio –
Chiedete se c’è la vostra E.cut™

Ecut™ … a meno di 25.000 €

Il rimborso fiscale del valore del 50% dell’ investimento dimezza il costo di un investimento in macchine o impianti che rispondano  ai requisiti di Industria 4.0.
Vedere a tal proposito le pagine  https://www.genesigroup.com/ecut/requisiti-4-0/ e https://www.genesigroup.com/ecut/raccolta-dati-produzione/.
Le macchine Ecut operano tramite un PC industriale su cui e’ installato Windows 10 Pro con regolare licenza. Il sistema e’ in rete Ethernet e collegabile alla rete aziendale. E’ in Internet per fruire della teleassistenza.
Ben prima delle leggi che favoriscono l’ adozione di sistemi informatizzati nei reparti di produzione, Ecut era dotata di tali caratteristiche. Tramite un programma originale Genesi, Workmanager, e’ possibile registrare le lavorazioni da eseguire, ed eseguite.Per le lavorazioni in corso un diario macchina permette di vedere se e quando la macchina era in lavoro o ferma, e la causa di eventuali guasti. Le lavorazioni da eseguire possono essere caricate dal sistema di gestione della produzione. Il diario macchina riporta lo stato attuale della commessa in corso, e sono analizzabili da esterno, tramite il diario, gli eventi durante la commessa.

Un semplice sistema di raccolta dati rende possibile un elenco delle lavorazioni da eseguire, ordinato cronologicamente per data di inizio prevista. I dati possono essere inseriti direttamente dall’ operatore, o mandati da un sistema superiore.
L’ operatore inserisce la commessa in corso, l’inizio della lavorazione, e lo stato di lavoro o ferma.
Gli eventi vengono registrati in un diario, a disposizione di un sistema superiore per l’analisi dei dati ed il rilevamento dello stato attuale della macchina e della commessa in corso.
Il passaggio da fermo a lavoro e viceversa e’ ottenibile direttamente dalla macchina, (opzione).
A bordo macchina e’ possibile selezionare il diario di ciascuna commessa.Al passaggio da macchina in lavoro a macchina ferma e’ possibile impostare l’ invio automatico di una email o un SMS che avvisa del cambiamento di stato.

Tutte le macchine sono in rete Ethernet, ed in Internet.
Tramite TeamViewer, il piu’ diffuso sistema di teleassistenza, gli interventi sono in tempo reale. ed il controllo diretto facilita grandemente l’ assistenza.
Ogni macchina viene dotata di telecamera mobile per vedere da remoto particolari della macchina o del pezzo in lavoro.
Il controllo da remoto mostra lo stato della lavorazione, rende possibile fermare e far ripartire la lavorazione, e variare i parametri di lavoro.
Tramite lo stesso software e’ possibile inviare/ricevere i programmi di lavoro eseguiti nell’ ufficio CAD/CAM.

A bordo macchina e’ presente il manuale di oltre 350 pagine, in formato Help di Windows, (CHM ) e PDF.
Puo’ esssere consultato a macchina inlavoro, ed essere copiato su altri PC, Tablet, o Smartphone.
Centinaia di immagini illustrano in dettaglio parti della macchina e sono disponibili anche in formato 3D, visualizzabili dinamicamente.
Il capitolo “Guasti e Malfunzioni” mostra passo passo i controlli da eseguire a fronte di anomalie.
Estremamente dettagliato e’ il capitolo “Manutenzione” e sono presenti gli schemi elettrici, sia per elemento, che per funzione.
Il manuale e’ realizzato al fine di facilitare l’intervento immediato anche da operatori non particolarmente esperti.

E.cut ™ e’ solo Genesi, se non e’ E.cut ™ non e’ la stessa cosa !.

E.cut™ a Kilometro Zero – Da fiere, esposizione, fine noleggio –
Chiedete se c’è la vostra E.cut™

 

Ecut™ … Italiana!

Da oltre 12 anni il marchio Ecut™ e’ presente in Italia.
Il marchio registrato da Genesi e’ nato per distinguere queste macchine rispetto a quelle presenti nel mercato di origine, Cina.
Nella realta’ cinese il costo del personale e’ drasticamente inferiore, quindi la necessita’ di un intervento umano ha un peso molto limitato sul costo finale del prodotto lavorato.
In Europa invece questo costo umano e’ molto piu’ elevato, quindi la necessita’ di accorgimenti che ne riducano l’ intervento.
Nelle immagini abbiamo messo un cliente per anno di installazione. In molti casi si vedono piu’ macchine. Sono clienti che dopo la prima hanno acquistato la seconda, la terza…

Anno per anno e’ incrementato il numero di Ecut™ consegnate.
Sulla base dell’ esperienza che si stava accumulando sono stati selezionati costruttori diversi. La mancanza pero’ del concetto di “prodotto industriale”, rende difficoltosa la distribuzione di macchine che hanno componenti diversi di anno in anno, per non dire di mese in mese. Diventa quasi impossibile la gestione di un magazzino di ricambi. E’ un continuo rincorrere i manuali in italiano!
Da oltre 10 anni la collaborazione con uno dei piu’ importanti costruttori di queste macchine, Baoma, azienda che ha ben presente il concetto di “prodotto industriale” ha portato al decollo della vendita di queste macchine in Italia.
L’ esperienza accumulata con modelli sempre aggiornati nel laboratorio/magazzino di Genesi, dedicati all’ esecuzione di test e pezzi per clienti nella fase pre vendita, l’ uso cioe’ continuo delle macchine ha portato alla realizzazione di modifiche e dotazioni particolari, alcune brevettate, che rendono queste macchine diverse dalle originali, ed adeguate alle esigenze del mercato italiano.

Diffuse dalle piccole aziende alle grandi, dal terzista a chi fa produzione di serie,  Ecut™ ha spesso portato una rivoluzione nei cicli di lavoro.
La differenza del costo orario, da 5 a 20 volte inferiore al costo di una erosione a filo convenzionale, ha permesso l’ adozione della tecnologia dell’ erosione a filo dove prima era impensabile.
Alcune caratteristiche della tecnologia  Ecut™ :
– Niente vasca con liquido di lavaggio, quindi possibilita’ di lavorare pezzi di dimensioni eccedenti le dimensioni della tavola
– Taglio di alti spessori, fino a 500mm, con geometria perfetta, senza effetto botte e tolleranze entro i 0,02mm: vedi taglio sedi chiavette o dentature interne su pezzi di grandi dimensioni.
– Lavaggio a caduta, non a pressione, quindi facilita’ di lavorazioni a “taglio interrotto“. Vedi pezzi stampati in 3D.
– Alta velocita’ di scorrimento del filo; il filo si “auto pulisce”, avendo un ambiente di taglio omogeneo anche su altezze rilevanti, senza alcun effetto botte.
Utilizzo di geometrie in formato DXF o DWG, quindi esecuzione semplice di geometrie complesse.
Sistema in rete Ethernet, quindi teleassistenza, controllo da remoto, esecuzione programmi da remoto.

E.cut ™ e’ solo Genesi, se non e’ E.cut ™ non e’ la stessa cosa !.

Conta il costo

Il profilo dentato su questi tubetti, (strumenti per antroscopia), ha un costo irrisorio.
Il foglio di calcolo riporta in costo al cliente finale di una frazione di euro. I tempi ed il costo indicato sono per il taglio di 17 pezzi sovrapposti, quindi i valori vanno divisi per 17, ad una velocita’ di asportazione molto bassa, per ottenere una migliore rugosita’ superficiale.
La sovrapposizione di 17 pezzi e’ casuale, e dovuta all’ altezza delle ganasce della morsetta. La morsetta e’ una morsetta standard, non in acciaio inox. La lavorazione non e’ ad immersione, ed il liquido di lavaggio, emulsione con normale acqua, e’ antiruggine.
Il basso costo del taglio tramite Ecut permette di adottare la tecnologia dell’ erosione a filo. 
La precisione, entro 0,015 mm, la rugosita’ molto bassa e la mancanza assoluta di bave, sono la soluzione ideale per il taglio di queste dentature.

L’esecuzione di questo dissipatore in alluminio potrebbe essere eseguita anche tramite lavorazione meccanica, ma ci sono diversi punti in cui si presentano criticità.
La strada dell’ erosione a filo e’ quindi l’unica scelta. La differenza tra una erosione a filo convenzionale, ed una Ecut™ sta nel costo per pezzo. Nel caso di un singolo pezzo la differenza, un costo da 8 a 15 volte superiore, puo’ essere anche ignorata, ma per una serie di pezzi, la differenza totale diventa molto rilevante.
Se si fa eseguire il lavoro ad un terzista possessore di una Ecut™ il risparmio, anche solo su una decina di pezzi, sarebbe rilevante, ma se si possiede una Ecut™ la differenza di costo diventa molto importante !

Nel caso di ruote dentate di grande diametro la suddivisione in settori e’ abbastanza comune. Nel caso in figura e’ stata utilizzata l’ attrezzatura adottata per una erosione a filo normale gia’ disponibile.
Con una Ecut™ si sarebbe potuto tagliare settori di arco doppio, e sovrapporre piu’ pezzi di quelli in figura.
Già la piu’ piccola delle Ecut™ ha corse di 400mm x 320mm con una altezza di taglio di 500mm. Inoltre la tecnologia Ecut™ con una velocita’ di scorrimento del filo di 100 volte superiore rispetto alle erosioni a filo convenzionali non risente dell’ effetto botte, quindi e’ possibile sovrapporre piu’ pezzi, in figura sono solo 2, uno sull’ altro, avendo per tutti la stessa identica misura, senza alcun ripasso.
Nel foglio di calcolo i valori sono per il taglio di 2 pezzi da 20mm di spessore, quindi tempi e costi per singola cremagliera vanno divisi per 2.

Sedi chiavette e brocciature su grandi pezzi. Stozzatrice o erosione a filo ?
Entrambe !!
Per pezzi di medio piccole dimensioni, e quantitativi di una certa entita’, la stozzatrice e’ la scelta obbligata. I costi degli utensili vengono ammortizzati nel quantitativo.
Quando invece i quantitativi sono limitati, spesso il singolo pezzo, l’ adozione dell’ erosione a filo diventa la piu’ razionale.
Le ragioni:
– Costo utensile praticamente nullo
– Semplicita’ di preparazione e lavorazione
– Precisione entro +/- 0,0075 mm su qualsiasi altezza
– Lavorazione di pezzi dopo il trattamento termico
Con erosioni a filo convenzionali questi vantaggi si scontrano con l’alto costo orario, specie se necessitano macchine di grandi dimensioni.
Con Ecut™ il costo di esercizio e’ fino a 20 volte inferiore, rendendone l’uso estremamente vantaggioso.
Gia’ con la piu’ piccola delle Ecut™ si possono tagliare fino a 500mm di spessore, e con le piu’ grandi si puo’ arrivare a 800mm e si hanno portate fino a 5000 kg.
Tempi e costi del foglio di calcolo sono con velocita’ ridotta per ottenere una buona finitura.

Il pezzo in figura e’ un esempio classico.
La lavorazione ad asportazione presenta alcuni problemi:
– la culisse e’ di piccole dimensioni, e necessita di un utensile speciale.
– Le inclinazioni dei due lati della culisse sono diverse, quindi due utensili speciali !
– Il taglio e’ molto stretto e profondo
– La precisione finale richiesta viene compromessa dall’ esecuzione del taglio
Chi ha eseguito i pezzi, una piccola azienda che esegue lavorazioni conto terzi, e che possiede due Ecut™ha tagliato la parte indicata dopo il trattamento termico, ottenendo precisione e finitura ottimali.
La modifica di molti cicli di lavoro tramite l’ adozione di Ecut™ ha portato grandi vantaggi. Vantaggi in termine di costo dei pezzi, e quindi acquisizione di nuovi ordini… e di nuovi clienti

E.cut ™ e’ solo Genesi, se non e’ E.cut ™ non e’ la stessa cosa !

Si e’ comprato una E.cut

Un erosione a filo. In ogni officina potrebbe essere usata quotidianamente.
La tecnologia del taglio ad erosione non e’ comune, come tornitura e fresatura, e viene percepita come macchina utensile per stampisti. La relativa complessita’ del funzionamento, e, molto di piu’, il costo molto elevato sia di acquisto, che di esercizio ne rendono antieconomico  l’utilizzo in officine dove vengono effettuate lavorazioni generiche.
E.cut™ ha un costo di acquisto ed un costo di esercizio che ribaltano questa realta’ .
A partire da 40.000 euro di costo d’acquisto, ed un costo orario di esercizio di 0,50 euro/ora, si possono eseguire tagli di dimensione di 400×320 mm, ed uno spessore di taglio fino a 500mm. Su qualsiasi materiale conduttivo, di qualsiasi durezza, con precisioni entro 0,015 mm.

Le immagini seguenti mostrano alcune lavorazioni.

Il cuscinetto di grosse dimensioni presentava problemi di funzionamento. Era necessario sezionarlo in due parti per capire il motivo. Con qualsiasi altro sistema si sarebbe compromesso ed alterato lo stato delle parti. Con E.cut™ il taglio e’ sato effettuato con poche decine di euro.  Il taglio di 0,2 mm, ha lasciato le due parti perfette, senza alcuna alterazione delle superfici.

All’ apparenza queste cave inclinate sembrano una lavorazione semplice, eseguibile di fresatura.
Il materiale pero’, Inconel, riserva sorprese che chiunque l’ abbia lavorato ben conosce. L’ usura precoce degli utensili e le deformazioni causate dal calore sviluppato nella lavorazione portano ad un alto costo finale.
La lavorazione con Ecut™ offre grandi vantaggi:
Economico : Costo estremamente basso. Gia’ con la piu’ semplice e piccola  Ecut™ , quindi la meno costosa, si possono eseguire tagli fino a 400mm di lunghezza. Ma, molto importante lo spessore massimo di taglio e’ di 500mm. Si e’ potuto cioe’ staffare il pezzo inclinato, senza alcuna attrezzatura particolare .
Semplice la programmazione. Disegnato con il CAD a bordo macchina il profilo di una cava, e’ bastato indicare al CNC di ripetere la stessa N volte.
Tecnologico : Nessuna deformazione dovuta alla mancanza di sviluppo di calore. Geometrie impeccabili, tolleranze entro 0,015 mm, e rugosita’ entro 2,5 Ra.-

In questa lavorazione vengono eseguiti gli intagli su pinze elastiche di dimensioni abbastanza elevate.
La lavorazione ad asportazione su pezzi di piccole dimensioni non comporta problemi, ma quando i pezzi diventano piu’ grandi l’esecuzione dell’ asola a fondo intaglio diventa difficoltosa. L’ ideale e’ l’ erosione a filo ! Ma su pezzi di dimensioni fino ad oltre 400 mm di diametro, l’esecuzione con erosioni che permettono tali dimensioni, diventa molto costosa.

Gia’ con la piu’ piccola Ecut ™ si possono eseguire pezzi di diametro fino a 500mm, con intagli lunghi fino a 400 mm.
L’ assenza della vasca per la lavorazione ad immersione permette di utilizzare una semplice tavola girevole pneumatica. La rotazione avviene alla fine di ogni intaglio, automatizzando il processo. Archiviato il programma di esecuzione del singolo taglio, basta dire al sistema quante volte deve ruotare.

Quasi tutte le macchine della gamma Ecut™ hanno uno spessore di taglio di 500mm, alcune possono arrivare ad 800mm. Poche macchine simili, che compaiono/scompaiono in Europa, hanno queste altezze di taglio, e le poche hanno un costo decisamente superiore !
Con oltre 80 modelli a catalogo, solo Ecut™ e’ in grado di offrire la macchina “conforme allo scopo”

Taglio profilato di una grossa trave in alluminio di spessore oltre 450mm.
I pezzi, ricavati da barre profilate di qualche metro, comportano l’ esecuzione tramite diverse lavorazioni meccaniche e manuali: taglio in spezzoni, profilatura del taglio, e sbavatura.
L’ esecuzione tramite erosione a filo convenzionale ha comunque un costo abbastanza elevato, dovuto a:
– Va comunque effettuato il taglio in spezzoni, per poterlo contenere nella vasca ad immersione.
–  Il taglio interrrotto degli alveoli del profilato rendono difficoltoso il lavaggio/raffreddamento del filo, imponendo valori di asportazione piu’ bassi, quindi tempi di taglio piu’ lunghi,… e costi piu’ alti.
–  Su spessori cosi’ alti si ha un effetto botte che viene eliminato con un secondo ripasso.
–  Per spessori cosi’ alti e’ necessaria l’ adozione di grosse erosioni a filo, di costo orario abbastanza elevato.

L’ adozione di Ecut™ rappresenta la soluzione ideale.
Non e’ necessario il taglio in spezzoni. Non esiste vasca ad immersione e possono essere tagliate barre di qualsiasi lunghezza.
Il taglio interrotto non influenza la lavorazione, anzi, agevola il lavaggio.
La geometria e’ perfetta, su qualsiasi altezza.
Possono essere utilizzate macchine Ecut™ di piccole dimensioni, con costi di acquisto da 3 a 8 volte inferiori ad erosioni convenzionali con le stesse capacita’ di taglio.

L’ adozione di Ecut™ ha portato all’ acquisizione di una importante commessa !!

Genesi distribuisce in Europa da oltre 12 anni le macchine prodotte da Baoma.

Le macchine vengono adattate al mercato europeo secondo le indicazioni dei nostri tecnici; oltre 150 macchine installate in Italia ed in Europa ci hanno suggerito come devono essere fatte e cosa debbano avere.
Alcune modifiche realizzate solo per le macchine destinate al mercato europeo, e coperte da tre brevetti europei, differenziano Ecut™ da macchine simili che ogni tanto giungono/ spariscono .
L’ adozione di parti reperibili in Italia, il magazzino di ricambi meccanici ed elettronici, l’ assistenza pronta, la teleassistenza, garantiscono la piena funzionalita’ delle macchine, anche di macchine che non sono piu’ inproduzione da anni.
Sistemi operativi dei CNC/PC di ultima generazione,(W10 Pro), con regolare licenza, messa in rete Ethernet, programmazione da remoto, controllo da remoto, sofisticati manuali a bordo macchina con visualizzazioni dinamiche delle parti della macchina fanno rientrare Ecut™ nei parametri richiesti dalla legge per il super ammortamento.
La gamma di oltre 80 modelli, dai piu’ semplici ed economici, ai piu’ sofisticati,  porta a suggerire al cliente la macchina piu’ “conforme al SUO scopo“.
Nessuno di quelli che offrono macchine simili ha una gamma cosi’ estesa.

E.cut ™ e’ solo Genesi, se non e’ E.cut ™ non e’ la stessa cosa !

Conforme allo scopo

Qualita’ = Conformita’ allo scopo
Lo scopo e’ quello del cliente
Tra gli oltre 80 modelli di macchine E.cut™  e piu’ facile ci sia
quella conforme al VOSTRO scopo.

Ogni modello, dal piu’ semplice al piu’ sofisticato hanno
una ragione d’ essere in funzione 
delle varie esigenze dell’ utilizzatore.

I modelli  CT fe CTH fornibili sia con servomotori che con motori a passo, sono stati il top di gamma della produzione E.cut™.
Alta precisione, alte velocita’ di asportazione, e molto importante,  un elevato rapporto volume asportato/consumo filo sono la scelta obbligata in molte situazioni.
L’ attrezzeria di precisione sceglie i modelli piu’ sofisticati, con tolleranze di lavorazione e rugosita’ di finitura molto basse. Il costo della macchina, ed il costo di esercizio saranno comunque inferiori a quello di una erosione a filo convenzionaleE.cut™ e’ in questo caso ideale per affiancare erosioni convenzionali con filo di ottone.
La possibilita’ di adottare diversi tipi di azionamento, e diversi tipi di controllo facilitano l’ adozione del modello ” piu’ conforme al proprio scopo”

La piccola attrezzeria si avvarrà  invece di un modello piu’ semplice. Precisione e rugosita’ saranno sempre ottime, ma le modalita’ di funzionamento piu’ facili da gestire. Il costo della macchina sara’ molto piu’ basso, tale da giustificarne l’ acquisto anche con un basso numero di ore mensili di utilizzo.
Un mondo nuovo si apre per molte aziende che fanno lavorazioni conto terzi. L’ adozione di una erosione a filo convenzionale e’ proibitiva, per l’ alto costo di acquisto, per l’ elevato costo orario di esercizio, e spesso, anche per la complessità di gestione.
Anche per questi modelli sono possibili servomotori o motori a passo; controlli 3000 o 5000, quindi con valori di asportazione, precisione, e facilita’ di gestione piu’ o meno elevati.
La vasta gamma di modelli dovuta a queste combinazioni porta a costi a volte sorprendentemente bassi.
E spesso anche il costo e’ importante

Oltre una certa dimensione di pezzi da lavorare, solo E.cut™ ha in produzione macchine adatte. Corse di lavoro fino a 2600x1600x800 di luce di lavoro sono non comuni, cosi’ come la possibilita’ di caricare pezzi fino a 30 tonnellate.
L’ esperienza pluriennale ed aver prodotto decine di migliaia di macchine, ha portato ad una conoscenza approfondita delle problematiche dell’ erosione a filo su pezzi di grandi dimensioni.
La progettazione e la realizzazione di tutte le parti  all’ interno dello stesso ambito produttivo garantisce che il prodotto finale sia conforme allo scopo.

La realizzazione di macchine ed impianti speciali distingue il produttore da altri.
Il contatto diretto tra ufficio tecnico del cliente e ufficio tecnico del produttore garantisce l’ esatta definizione dello scopo del cliente.
Lo studio della soluzione e’ rapido e dettagliato. In tempi brevi vengono messi a disposizione tutti i dati, tecnologici ed economici, per la valutazione della convenienza dell’ investimento.
Non dipendendo da fornitori esterni la realizzazione del progetto avviene in tempi rapidi, e… certi.

E.cut ™ e’ solo Genesi, se non e’ E.cut ™ non e’ la stessa cosa !

 

Fuori dalla mischia

Abbiamo due risorse in piu’, ma non due dipendenti in piu’ “. Dice il titolare di una piccola azienda di lavorazioni conto terzi.
Un’ altro centro o un altro tornio sono niente di nuovo. Una E.cut™  e’ tirarsi fuori dalla mischia ” Afferma il responsabile della produzione di una piccola azienda meccanica.
Il costo orario di esercizio di E.cut™ , decine di volte inferiore a quello di molte lavorazioni meccaniche, porta ad utilizzare questa tecnologia per cambiare, a volte radicalmente, metodi di lavoro convenzionali e dati per scontati.
Il risultato e’ spesso clamorosamente piu’ economico, e sovente anche tecnologicamente innovativo.
I vantaggi del taglio con erosione a filo si scontrano con il costo elevato di quella tecnologia. Solo produzioni particolari in settori ad alto valore aggiunto lo possono adottare.
E.cut™ abbatte questa barriera !
Un costo orario di esercizio di meno di 2 euro ora, ed un costo globale sotto ammortamento che non supera mai i cinque/8 euro ora euro, uniti alla semplicita’ della tecnologia E.cut, aprono nuovi orizzonti.
Chi sta seguendo questa strada, e’ fuori dalla mischia !

Nelle piccole aziende meccaniche il modesto costo di acquisto di una E.cut™ da’ la possibilita’ di avere in casa la tecnologia del taglio a filo, anche non avendo una mole di lavoro elevata.
Basta doversi rivolgere a terzi per il taglio a filo. Basta tempi di attesa incontrollabili, e costi incerti.
Dove si lavorano materiali molto duri e costosi, ( settore aeronautico, gas&oil, racing,… ), operando con costosissimi e spesso delicati centri di lavoro, l’ adozione di E.cutporta ad asportare piu’ materiale possibile arrivando quasi alla quota finale. Niente trucioli, ma sfridi spesso di valore. Riduzione del costo degli utensili per l’ asportazione, e minore usura delle macchine ad asportazione.
Nel settore degli ingranaggi, delle pulegge, e di corpi rotanti, specie se di grosse dimensioni, la possibilita’ di ottenere sedi chiavette, anche contrapposte e/o multiple, fino a dentature interne, di alta precisione in modo semplice e sicuro porta a riduzione di costi impensabili con sistemi tradizionali.
Il taglio pulito, preciso, senza bave e senza alterazione del materiale  di profili anche complessi, rappresenta una rivoluzione nel taglio dei tubi, o di lamiere sottili . E’ il costo del  sistema E.cutche rende possibile, conveniente, e spesso unico il taglio a filo.

Tra i primi produttori di queste macchine e leader mondiale nel settore, Baoma opera da oltre 25 anni.
Depositaria di decine di brevetti, e’ all’ avanguardia nella ricerca di soluzioni affidabili.
Da oltre 11 anni Genesi distribuisce in Italia  ed in Europa con il Marchio E.cut™ le macchine prodotte da Baoma. Alcuni brevetti europei sono stati depositati.
Materiali, componenti meccanici, elettronici e software delle macchine E.cut sono specifici per il mercato europeo.
Il centro di assistenza Genesi, si occupa SOLO di queste macchine. Sono disponibili ricambi di macchine non piu’ prodotte da anni.
Il gran numero di clienti con piu’ macchine E.cut™ e’ la miglior testimonianza della loro affidabilita’

E.cut ™ e’ solo Genesi, se non e’ E.cut ™ non e’ la stessa cosa !

Italian Style

EMO 2019 Hannover
Anche in questa edizione E.cutera presente assieme a Baoma.
Oltre ai numerosi brevetti,  3 brevetti italiani fanno di E.cutuna macchina diversa dalle originali.
Diversa, per rispondere alle esigenze dell’ industria meccanica Italiana ed Europea.
Diversa nei componenti installati, tutti rigorosamente reperibili in Italia, e di primari marchi mondiali.
Diversa nella realizzazione della parte meccanica, con materiali e parti di altissima qualita’.
Diversa nella parte elettrica ed elettronica, realizzate integralmente nello stesso ambito produttivo.
Diversa in Europa per le modalita’ di assistenza pre e post vendita che garantiscono le funzionalita’ nel tempo.
Interventi di service in tempi brevissimi in loco, ed una connessione tramite tele assistenza immediata e costante.

La piu’ grande azienda meccanica mondiale, verificate le caratteristiche  e le capacita’ di E.cutha installato nel 2014, per uno dei sui stabilimenti Italiani la prima macchina, seguita a pochi mesi da una seconda.
Constatata l’ affidabilita’ degli impanti, e la prontezza del servizio di assistenza post vendita di Genesi, dopo qualche anno venivano acquistate altre macchine da inserire in linee di produzione molto importanti.
L’ ultima Ecute’ stata inserita in un avveniristico reparto di Additive Manufacturing, settore nel quale E.cut™ e’ leader Italiano

AFFIDABILITA’
Nel paese di origine di queste macchine, dopo due o tre anni di lavoro vengono rispedite al costruttore che con poca spesa, le risistema (!). Oppure vengono gettate !
Ovviamente questa non e’ la consuetudine in Europa.
I costi sarebbero troppo alti, quindi una macchina deve garantire le sue funzionalita’ nel tempo.
Le immagini seguenti riguardano una delle prime macchine vendute in Italia. Qualche semplice guasto, occorso appena acquistata e’ stato prontamente sistemato, ma dopo quasi 12 anni, sparito il costruttore, e non piu’ reperibili parti elettroniche importanti, sembrava giunta l’ ora di gettarla.
La profonda conoscenza acquisita da Genesi in questi anni, ha permesso di adattare nuovi componenti alla vecchia elettronica, e, con una minima spesa di avere la macchina perfettamente in funzione.

L’ affidabilita’, ma molto piu’ importante, la precisione e l’accuratezza delle lavorazioni hanno portato la diffusione in Italia a ben oltre le 100 macchine installate.
In molti casi ad una prima macchina ne sono seguite altre. Dalla piccola alla grande azienda l’ economicita’ della lavorazione con E.cut ha permesso risparmi notevoli. Molto spesso cicli di lavoro sono stati sostenzialmente rivoluzionati. Nelle immagini seguenti, uno dei piu’ importanti costruttori di ingranaggi italiano, ha acquisito due impianti a distanza di qualche mese.
Acquistata per tagliare sedi chiavetta su grossi ingranaggi, rilevata la precisione e la facilita’ con cui tale precisione e’ ottenuta, si e’ passati in breve tempo a molto piu’ impegnative e delicate dentature interne.

E.cut ™ e’ solo Genesi, se non e’ E.cut ™ non e’ la stessa cosa !

Alla luce del sole

.
Ok, non sempre va tutto bene… Puo’ succedere ! L’ importante e’ che ci sia qualcuno che sappia rimettere le cose a posto. Sia una macchina nuova o di dieci anni fa !!

Nel gruppo Genesi abbiamo creato, da oltre due lustri, una struttura che si occupa solo ed esclusivamente di queste macchine.
Ci abbiamo creduto, nonostante le ironie ed i sarcasmi di chi vendeva erosioni a filo convenzionali.
Ci abbiamo creduto e ci abbiamo messo la faccia. Subito, apertamente… alla luce del sole.
Abbiamo creato un sito web solo ed esclusivamente per queste macchine. Nel sito ci sono tutte le informazioni, le novita’, .. ci sono le nostre facce… alla luce del sole.
C’e’ la descrizione del costruttore, ed il link al suo sito,  diciamo chiaramente chi, dove e come vengono costruite… alla luce del sole.
Ogni tanto qualcuno degli ironici e sarcastici cerca di vendere macchine simili ad E.cut… non alla luce del sole.
Non compaiono nei loro siti, se compaiono non si sa da dove vengono, a volte ci sono immagini non reali, a volte ci sono informazioni generiche ed inesatte !

Vendendo altro, occupandosi d’ altro, propongono macchine simili, spesso scimmiottando il nome E.cut™. Ogni tanto cambiano fornitore, e… spesso spariscono…

.
Dice il signor Franco, dopo anni di uso di E.cut™:

“C’è chi lavora nella penombra e chi alla luce del sole
Chiarezza, e tanta, tanta esperienza fanno di E.cut™ una macchina vincente e adatta a tutte le lavorazioni.. il suo staff sempre disponibile e altamente professionale garantisce sonni tranquilli a tutti i suoi clienti.”

Da lui lo spunto per questa new !

.
Sono stati tra i primi, nel 2005, ad acquistare macchine simili. Ma dopo qualche anno chi l’ aveva fornita e’ sparito !
Quando qualcosa ha cominciato a non funzionare si sono arrangiati per un po’, ma alla fine hanno gettato la spugna, o, peggio, hanno gettato le macchine. Non riuscivano a trovare i ricambi, specialmente quelli elettrici e di tipo economico, installati dal costruttore cinese, nel frattempo scomparso !
Nel 2019 hanno scoperto Genesi, con le sue E.cut™.
Hanno verificato che le macchine vendute da Genesi arrivano con componenti standard reperibili sul mercato europeo. Hanno indagato presso qualche cliente per conoscere l’ affidabilita’ dell’ assistenza fornita. Hanno testato presso il Test&Lab di Genesi la macchina.

Ed hanno comprato una E.cut™ !

.

E.cut ™ e’ solo Genesi, se non e’ E.cut ™ non e’ la stessa cosa !

Con Ecut, si!


Grandi dimensioni

Su questo particolare di grandi dimensioni, ( oltre 2500 Kg. ) ed una parte a sbalzo di oltre 1000 mm, deve essere eseguita la dentatura interna. L’ esecuzione da parte di terzi, oltre al notevole costo richiesto da chi possiede una dentatrice adeguata,  si scontrava con i tempi di consegna. L’ alternativa poteva essere l’ esecuzione con una erosione a filo, ma anche cosi’ i costi orari di una macchina simile sono proibitivi, per non parlare dei tempi di consegna.
La lavorazione eseguita con una Ecut 63D  e’ costata incredibilmente meno rispetto all’ erosione a filo, ed anche meno rispetto alla dentatrice.
La mancanza della vasca ad immersione permette di posizionare pezzi di dimensioni anche molto eccedenti la tavola. La luce tra le teste di 500 mm, ( opzionali fino a 800  mm), consente di piazzare e tagliare pezzi di alto spessore.
La precisione ottenibile,  entro 0,015 mm , ( +/- o,oo75 mm ), con rugosita’ anche inferiori a 1 Ra; la perfetta geometria delle parti lavorate, senza alcun effetto botte anche ad alti spessori e con alta velocita’ di asportazione, rende Ecut sempre piu’ diffusa nelle aziende produttrici di ingranaggi.

.

Aeronautica – Gas&Oil – Medicale – Automotive racing

L’ utilizzo di materiali metallici sempre piu’ sofisticati e’ sempre piu’ diffuso nei settori ad alta tecnologia. Forme sempre piu’ complesse per pezzi leggeri e resistentissimi vengono progettati considerando le grandi possibilita’ di macchine utensili a piu’ assi.
Si presentano pero’ alcuni problemi:
I materiali sono spesso duri o legati, quindi molto difficili da asportare di utensile.
Le macchine sempre piu’ sofisticate sono costose, e… delicate.
L’ erosione a filo e’ uno dei metodi per asportare piu’ materiale possibile, e lasciare un quantitativo minimo da finire di truciolo.
Ma l’ erosione a filo costa !
E.cut™,  ha alcuni grandi vantaggi rispetto all’ erosione convenzionale:
1) Un costo di esercizio da 10 a 20 volte inferiore.
2) La mancanza di una vasca entro cui devono stare pezzi ed attrezzi di staffaggio. Cio’ implica la possibilita’ di lavoro in pendolare, caricando un pezzo mentre l’ altro sta tagliando, oppure l’ adozione di tavole girevoli, o divisori….
3) Grandi spessori di taglio anche per le macchine piu’ piccole, ( e meno costose ), con la possibilita’ di tagliare piu’ pezzi sovrapposti e ridurre i tempi di carico scarico pezzi.

.

Provini di  resistenza materiali

Fornire la certificazione dei materiali usati diventa sempre piu’ importante. Per ciascuna fusione, per ciascun forgiato, per ciascun semilavorato da cui si ricavera’ un pezzo, e’ sempre di piu’ necessario fornire l’ esito di prove di trazione, di resilienza, etc.
Ma i provini vanno ricavati !
Segare, tagliare, fresare, tornire… ed alla fine magari il materiale e’ stato “stressato”, ed il test non e’ piu’ probante.
Il costo poi schizza, specialmente se si tratta di materiali ostici, ( titanio, inconel, inox, etc.).
Ecut™ rappresenta la soluzione ideale.
Ad un costo incredibilmente contenuto si ottengono i provini finiti, o semifiniti, con precisione centesimale, senza stressare il materiale; e partendo da qualsiasi spezzone, fusione, piastra, laminato o forgiato.
L’ estrema semplicita’ del sistema di controllo di Ecut™ e la possibilita’ di archiviare un numero infinito di programmi per ogni dimensione o materiale danno la possibilita’ di adibire personale scarsamente qualificato.

Sembrano Ecut !

E.cut™ e’ un marchio registrato da Genesi.
In oltre due lustri le macchine E’cut™ sono diventate “diverse” dalle originali  tuttora presenti nel mercato di origine.  Il gran numero di installazioni nei piu’ diversi settori ha portato all’ accumulo di esperienze  che permettono di indirizzare chi si interessa a queste straordinarie macchine alla scelta piu’ opportuna in funzione delle proprie esigenze.
La conoscenza delle lavorazioni meccaniche “europee”, e l’ utilizzo diretto per test e pre serie ha suggerito modifiche e soluzioni che solo le macchine E.cut™ hanno, e che sono coperte da brevetti.
Macchine simili sembrano E.cut™, ma non sono la stessa cosa !!

Ingranaggi, cremagliere,pulegge dentate, chiavette, brocciature !
Le aziende del settore che utilizzano E.cut™ hanno un vantaggio competitivo notevole.
In tutti i casi in cui l’ attrezzatura per l’esecuzione di pochi pezzi, ( creatori ) graverebbe pesantemente sul costo finale, l’ uso di E.cut™ rivoluziona l’ ottenimento dei pezzi.
-Precisione entro i 0,015 mm.
-Nessun effetto botte.
-Altezza di taglio fino 500mm.
-Portata tavola fino 3000 kg con macchine standard.

Additive Manufacturing … il futuro sta arrivando !
Ed E.cut™  occupa una posizione di primo piano nelle aziende italiane che stampano 3D.
La grande altezza di taglio, gia’ dalle macchine piu’ piccole e’ di 500mm, e la mancanza della vasca ad immersione fanno di E.cut™ lo strumento ideale per il taglio e distacco dei pezzi dalle piastre.
La velocita’ di scorrimento del filo, fino a 100 volte superiore alla velocita’ delle erosioni a filo convenzionali, ed il lavaggio “a caduta” permettono di tagliare le parti stampate in 3D agevolmente, anche in presenza del taglio interrotto.
Grazie ad un sistema brevettato da Genesi e’ possibile tagliare anche materiali che con macchine che “sembrano E.cut™” non sono lavorabili.
L’ esperienza di Genesi parte dalle prime macchine 3D installate in Italia, e garantisce la soluzione piu’ corretta per qualsiasi tipologia di pezzi, e/0 materiale da tagliare.

Piccoli pezzi e grande precisione.
La caratteristica peculiare di E.cut™ e’ il bassissimo costo di esercizio, ( 0,5 €/ora per le macchine standard, e 2 €/ora per le macchine da produzione ). Unita alla precisione ottenibile, ( entro 0,015 mm ) ed alla mancanza di effetto botte anche su alti spessori, si ha uno strumento “rivoluzionario” per molte lavorazioni d’ officina.
Con un costo  molto ridotto rispetto all’ acquisto di qualsiasi macchina utensile, ed anche rispetto all’ acquisto di una erosione a filo convenzionale, E.cut™ sta diventando l’ investimento “nuovo e diverso” per molte piccole e medie aziende.
Come ha detto un utilizzatore che ha acquistato due E.cut™ nell’ arco di un anno, : ” Abbiamo due risorse in piu’, ma non due dipendenti in piu’ !”

Grandi pezzi piccoli costi.
Senza giungere a modelli di grandi dimensioni, ( fino a 2600x1600x800h mm ), ma gia’ con il modello 63, si possono tagliare forme fino a 800 x 630 x 500h mm. Ed un peso del pezzo di 3000 kg.
Ma la particolarita’ di non avere una vasca ad immersione permette di eseguire lavorazioni su pezzi ben piu’ grandi rispetto alla tavola di lavoro.
Il basso costo di esercizio, ed il ridotto investimento anche dei modelli piu’ grandi, apre nuovi orizzonti per molte lavorazioni.
L’ efficacia di taglio di qualsiasi materiale, anche il piu’ ostico alla lavorazione ad asportazione di truciolo, ha portato a radicali cambiamenti in molti cicli di lavoro, con risparmi impensabili con qualsiasi altro sistema.
La decennale esperienza accumulata da Genesi, e la vasta gamma di modelli, garantiscono la scelta della macchina ideale per ciascuna necessita’.

Con Ecut si puo’

Il taglio dei tubi di spessore sottile fa incrementare in modo spesso insostenibile il costo di un prodotto che li utilizza.
I metodi meccanici convenzionali lasciano bave, non sono precisi, e deformano il tubo.
Il taglio laser lascia bave che non e’ semplice togliere, ed a volte  i materiali da tagliare subiscono alterazioni non accettabili.
La precisione ottenibile con il taglio ad acqua e’ spesso insufficiente.
Il taglio tramite elettroerosione a filo convenzionale sarebbe la soluzione, ma il dover lavorare in una vasca limita la lunghezza delle barre da tagliare, ed il costo e’ normalmente troppo elevato.
Ecut rappresenta la soluzione ideale per tre ragioni:
1) Non lavorando in una vasca, non ci sono limiti alla lunghezza delle barre da tagliare, e si possono usare sistemi per far avanzare le barre, rendendo automatico il taglio.
2) Lo spessore di taglio, 500mm, delle macchine Ecut permette di tagliare piu’ tubi. Cosa praticamente impossibile con erosione a filo normale perche’ il lavaggio a pressione non e’ efficace nel caso di tubi, e tantomeno nel caso di piu’ tubi sovrapposti.
3) Il costo di esercizio di una Ecut e’ di max 0,5 euro/ora, circa 20 volte meno rispetto ad una erosione a filo filo convenzionale.
Quest’ ultimo fattore e’ quello che  fa dire: CON ECUT SI PUO’ !

La mancanza di una vasca ad immersione ed il raffreddamento tramite un getto d’acqua a caduta, non a pressione, da’ la possibilita’ di utilizzare Ecut come una macchina da produzione.
Su tutto il bancale possono essere posizionati attrezzi di fissaggio per i pezzi da tagliare.  I pezzi possono essere scaricati e caricati a macchina in lavoro, ( non ci sono rischi di alcun tipo ), avendo un ciclo di lavoro continuo, senza interruzioni.
L’ impianto puo’ lavorare cosi’ anche non presidiato, sia durante il giorno, che soprattutto durante la notte.
Un operatore puo’ gestire molte macchine Ecut.
In molti casi non c’e’ un operatore specifico, ma semplici turnisti provvedono al carico e scarico dei pezzi da tagliare.
Il bassissimo costo di esercizio, circa 0,5 euro/ora, e’ spesso il fattore determinante per la scelta di questa tecnologia.
Ma la precisione assoluta del taglio,  entro i 0,015  mm per qualsiasi spessore e qualsiasi velocita’ di asportazione, la mancanza totale di bave, l’ assenza di alterazione dei materiali, e la possibilita’ di fissaggi delicati su particolari facilmente deformabili,  sono altrettante ragioni per la scelta.
Ultimo, ma molto importane, e’ che il taglio puo’ essere anche non lineare, aprendo a soluzioni tecnologicamente  nuove.

Pulegge per cinghie dentate, ingranaggi, ruote dentate di vario tipo vengono spesso realizzate tramite erosione a filo, quando non sono disponibili i creatori ed il quantitativo di pezzi da eseguire non permette la spesa di un creatore.
Altre volte si tratta di un singolo pezzo, un ingranaggio da sostituire, un prototipo.  L’ erosione a filo convenzionale e’ quindi la soluzione, nonostante il costo elevato, ed i tempi di attesa da parte del terzista che possiede erosioni a filo.
Con Ecut si puo’. 
Si puo’ farlo ad un costo irrisorio, in modo semplice, veloce, e con una precisione assoluta.
Il controllo numerico di Ecut e’ dotato del programma per generare dentature, ma il profilo puo’ essere generato da qualsiasi sistema CAD, ed importato in formato DXF. 
Pochi e semplici passaggi mandano il programma in macchina, ed in men che non si dica, i pezzi sono pronti.
Anche le piu’ piccole macchine Ecut possono tagliare uno spessore di 500mm, ( cosa non normale, sia per erosioni a filo convenzionale, che per macchine simili ). La precisione assoluta, ( entro i 0,015 mm) e la mancanza di effetto botte, permettono di tagliare pulegge di spessore molto alto, oppure di sovrapporre piu’ pezzi da lavorare in un colpo solo.

Genesi distribuisce da oltre dieci anni le macchine per erosione a filo continuo prodotte da Baoma .
Con modifiche e caratteristiche per adattarle al mercato Europeo vengono distribuite  con il marchio Ecut™
Alcuni  brevetti registrati a livello europeo,  oltre ai brevetti del costruttore, rendono queste macchine “diverse” da quelle importate direttamente o saltuariamente rivendute occasionalmente.
Oltre cento macchine vendute nei piu’ diversi settori, a piccole, medie, e grandi aziende, hanno portato ad una conoscenza di questa tecnologia, ed ad una esperienza nell’ uso delle stesse che consente di indirizzare l’ utilizzatore , tra la vasta gamma, al modello piu’ appropriato alle proprie esigenze
Un laboratorio con modelli standard e modelli da produzione sempre in funzione, consente di eseguire test, prove, e produzioni pre-serie, con realizzazione di eventuali attrezzature di staffaggio e posizionamento.
L’ ampio magazzino di ricambi e di materiale di consumo garantisce la continua funzionalita’ di tutte le macchine installate, anche di quelle non piu’ in produzione, o non piu’ commercializzate.

Ecut™ e’ solo GENESI, se non e’ Ecut™, non e’ la stessa cosa !!

11, e non li dimostra

E.cut ™ ha superatìo i dieci anni di presenza in Italia.
Oggi le macchine sono molto diverse dalle prime distribuite, anche se il principio fondante e’ sempre lo stesso. Il tamburo che avvolge e svolge il filo e’ sempre lo stesso, ma la resa e la precisione sono aumentate.
La stretta collaborazionne tra Genesi e Baoma ha permesso di apportare modifiche e funzionalita’ che fanno di E.cut ™ un prodotto adeguato alle esigenze del marcato europeo, e che rendono “diverse” queste macchine da quelle prodotte per i mercati asiatici che ogni tanto qualcuno propone “cosi’ come sono”

Modifiche e funzionalita’ che derivano dalla esperienza sul campo, dalla molteplicita’ dei settori in cui gli oltre cento clienti operano, e dal laboratorio nel quale vengono eseguiti test e campionature.
L’installazione del piu’ recente sistema operativo, ( Windows 10 pro ), consente di mettere la macchina in rete aziendale, di avere sempre il collegamento in teleassistenza, e di adottare manuali a video in formato digitale. La rispondenza ai requisiti  della legge 2017 ha concesso ha chi ha acquistato di beneficiare dei vantaggi del super ammortamento.

In questi due lustri, con tutte queste macchine, non sono mancate le richieste di assistenza. L’ intervento immediato in teleassistenza, o entro il giorno successivo dal cliente, hanno garantito l’ operativita’ delle macchine.
Le immagini sono di alcuni clienti. Loro hanno tutti due macchine, molti ne hanno tre, qualcuno sei !
Per tutti loro :

E.cut ™ e’ solo Genesi, se non e’ E.cut ™ non e’ la stessa cosa !

Ecut e’ solo Genesi

Queste macchine  vengono costruite da oltre trent’ anni e prodotte in migliaia di esemplari. Qualcuno ha provato e prova a venderle in Italia, cosi’ come sono, ma SENZA SUCCESSO, ed in breve tempo smette.

Da quasi dieci anni Genesi propone Ecut.  L’ esperienza accumulata in prove e test sul campo, porta a continue modifiche ed aggiunte che rendono Ecut diversa, unica, e finalmente  adatta al mercato  italiano ed europeo.

Queste modifiche ne rendono piu’ facile e comprensibile l’ uso, fanno rendere di piu’ le macchine,  e permettono di lavorare materiali che le macchine dello stesso tipo non riescono e non possono lavorare.

Manuali digitali, con visualizzazioni 3D dinamiche dei componenti, facilitano la manutenzione. Sistemi operativi aggiornati e con regolare licenza  permettono la messa in rete ethernet, quindi teleassistenza e,molto piu’ importante, in rete aziendale, telecomandabile e sotto controllo anche da remoto. Ecut e’ una macchina 4.0, ed ha le caratteristiche per richiedere le facilitazioni della legge di bilancio 2017  “Super ammortamento 250%”.

La conoscenza acquisita  porta ad un servizio pre e post vendita efficace e diretto. Tutti i ricambi sono disponibili in Italia, anche di macchine vendute anni fa, ed i nostri tecnici sono in grado di intervenire velocemente, sia telefonicamente che in teleassistenza, sia per guasti che per suggerimenti sull’ uso delle macchine.

I continui investimenti in ricerca di Baoma, costruttore leader del settore, sono la garanzia di un prodotto all’ avanguardia. L’ estesa gamma di modelli in produzione da’ la possibilita’ di scegliere il modello piu’ adatto al lavoro da eseguire, o all’ uso che se ne vuole fare.

C’e’ un modello per la produzione ed uno per l’ attrezzeria, un modello di piccole dimensioni, e  modelli da 2600 x 1600 di corsa di lavoro.

In questi 10 anni Genesi ha accumulato un esperienza che nessuno ha in Italia. Per questo,

Ecut e’ solo Genesi, se non e’ Ecut, non e’ la stessa cosa.

Ecut in salotto

Un colpo di fulmine. Spesso accade con Ecut.
Il giovane  titolare di questa grande azienda, ha capito subito le potenzialita’ di Ecut. Provata una impegnativa lavorazione presso il laboratorio di Genesi ha ordinato una macchina. Ha valutato la puntualita’ dei tempi di consegna, l’ efficacia dell’ installazione e della messa in funzione, e molto piu’ importante, la rapidita’ con cui sotto la guida dei tecnici di Genesi  i suoi operatori hanno imparato ad usare la macchina ed a cominciare a produrreNel giro di tre settimane, visti la riduzione dei costi su lavorazioni che prima eseguivano con macchine ad asportazione, ha ordinato la seconda macchina. 

Questi pezzi potevano essere eseguiti con lavorazioni meccaniche convenzionali.
Il materiale pero’ e’ un acciaio inossidabile particolarmente ostico. Le tolleranze richieste molto strette, e la finitura richiesta non ottenibile di fresatura richiedeva operazioni di rettifica.
Il pezzo ottenuto con Ecut ha tolleranze ampiamente entro i valori richiesti, la rugosita’ finale ha evitato la rettifica.
Nessun costo per utensili, inserti, ne’ attrezzature particolari per lo staffaggio. In due piazzamenti il pezzo risulta finito.
Il costo e’ ampiamente inferiore a come poteva essere ottenuto di fresatura, e molto piu’ basso rispetto all’ utilizzo di una erosione a filo convenzionale.
Il cliente finale e’ stato molto soddisfatto. Ha pagato un po’ di meno del solito, ed il terzista che ha eseguito il lavoro, ci ha guadagnato molto di piu’ del solito.

La lavorazione di tubi, e’ uno dei settori in cui Ecut eccelle.
Tagli non rettilinei, spessori sottili, materiali “maledetti”, vedono nell’ erosione a filo la soluzione ideale.
Ma l’erosione a filo convenzionale avviene in una vasca ad immersione, di dimensioni spesso ridotte rispetto alla lunghezza dei tubi. Inoltre il lavaggio “in pressione” e’ poco efficace su un tubo, e proibitivo su una serie di tubi.
Ecut non ha vasca ad immersione, il raffreddamento del taglio e’ ottenuto “a caduta”, e gia’ dalle macchine piu’ piccole ha uno spessore di taglio di 500 mm. 
La mancanza della vasca e le ampie corse di lavoro permettono di montare piu’ staffaggi, e di lavorare “in pendolare”, ottenendo una produttivita’ ottimale.
Il taglio completamente esente da bave, specie in spessori molto sottili, rende Ecut una soluzione tecnologicamente, ed economicamente insostituibile.

L’ Aldepack, l’ azienda del signor Alderighi non e’ una grande azienda.
E’ una eccellenza nel settore delle macchine da imballaggio, ed esporta in tutto il mondo.
L’ officina e’ di ridotte dimensioni, ( fanno fare tutto fuori ). Si occupano della progettazione, e del montaggio. Hanno quelle poche macchine utensili necessarie, ed ogni tanto  capitava loro di far fare lavorazioni di erosione a filo, ma era sempre una sofferenza. Costi “da stampisti”, tempi di consegna mai noti, e spesso il lavoro fatto non esattamente come volevano loro. 
Impensabile acquistarne una. Per il costo elevato e mai ammortizzabile, e per la complessita’ di gestire una erosione a filo.
Hanno chiesto a Genesi di fare alcuni lavori, hanno visto la macchina in funzione,  ed il signor Alderighi, meccanico da generazioni, se ne e’ ” invaghito”.  Il costo di acquisto, il costo di esercizio, la semplicita’ di funzionamento, sono stati la ragione dell’ “invaghimento”.
Alla fine l’ ha comprata. Hanno cambiato la progettazione di diversi pezzi, Piu’ semplici, piu’ funzionali, piu’ precisi, ( ottenuti DOPO i trattamenti termici ).
Spiritosamente  l’ hanno santificata mettendoci sopra una corona di luce !

Ecut e’ solo GENESI. Se non e’ Ecut,… non e’ la stessa cosa !

Denti e chiavette

Sempre piu’ aziende produttrici di ingranaggi negli ultimi anni hanno acquistato una o piu’ Ecut.
Quasi sempre la ragione era quella di affiancare le stozzatrici  per poter eseguire sedi di chiavette di dimensioni superiori a quelle che potevano eseguire con le macchine in possesso.
Gia’ dalla piu’ piccola Ecut infatti lo spessore massimo di taglio e’ di 500 mm.
Ma avere in officina una Ecut cambia la prospettiva da cui  affrontare lavorazioni che si sono sempre eseguite  in un certo modo.
Innanzitutto l’ esecuzione di sedi per chiavette ! Ottenerle con Ecut costa meno, molto meno  che con una stozzatrice. Perche’ la precisione  al centesimo, normale per Ecut per qualsiasi spessore e larghezza di cava,  costa molto di piu’ con una stozza. Se poi si devono eseguire sedi contrapposte , o piu’ sedi ad angolo variabile, la semplicita’ con cui si ottengono e l’ assoluta precisione  rendono Ecut una soluzione “rivoluzionaria”.
Il passo immediatamente successivo e’ l’esecuzione di una brocciatura. Se non si possiede la broccia per quel profilo, ed i pezzi da eseguire sono pochi, ricavarla con Ecut si dimostra incredibilmente economico. Niente broccia da costruire, e consegna dei pezzi immediata !
A questo punto  si comincia a scoprire che quel pezzo  alto con cave sottili conviene di piu’ farlo con Ecut. E magari anche quella puleggia per cinghie dentate,  quelle cave di trascinamento su grosse ghiere, quei settori di ingranaggio per un grande diametro, o  una cremagliera particolare….

Sedi chiavette ! Ci serve solo per le chiavette, quelle alte….
Dopo neanche un mese gia’ si fanno brocciature, e qualche lavoro che mai si sarebbe preso.

“Beh ! Prima li facevamo con la stozza. L’ abbiamo, non ci costa piu’ niente.”
Ecut pero’ lavora da sola. La geometria e’ perfetta. Mai che tira sotto o rifiuta. Alla fine costa molto, molto meno.

Mica tanto facile, con quella dentatura che finisce in battuta. E poi non avevamo il creatore, e comprarlo per quei pochi pezzi da fare avrebbe reso il costo enorme. Il cliente e’ stato molto contento, e ci abbiamo guadagnato bene.

Questi pezzi erano proprio una carognata. Alti quasi 200 mm, con quelle cavette e quegli spigoli raggiati ci sarebbero volute diverse riprese. Con Ecut un solo piazzamento, un solo taglio. Geometria e tolleranze perfette.

Ok, solo sedi chiavette. Ma  con Ecut  di ingranaggi da 20 mm se ne possono mettere 10 o 15 uno sopra l’altro, e vai, con un solo piazzamento si tagliano tutti. Perfetti, precisi, tutti uguali. E non essendoci vasca, intanto che lavora se ne possono piazzare altri….

Evoluzione o Rivoluzione ?

Un nuovo modo di tagliare i metalli.
Cosi’ veniva presentata Ecut qualche anno fa. Spesso ci viene chiesto in che cosa consiste la novita’. Con l’ attenzione rivolta a misteriose ed eclatanti ragioni tecnologiche, la delusione nel sentirsi dire che Ecut e’ una erosione a filo, si esprime in un : ” Ah, beh…” che sottintende :” … niente di nuovo ” . E spesso il discorso finisce li’.
Ma non sempre.
Anzi, solitamente la domanda e’: “Allora dove sta la novita’?”
Nel costo di esercizio, e nelle capacita’ di taglio
La tecnologia di Ecut e’ quella dell’ erosione a filo, ma la differenza e’ che con una erosione a filo convenzionale il filo e’ a gettare, mentre con Ecut lo stesso filo viene usato continuamente, fino ad un centinaio di ore.

Cio’ ha due importanti implicazioni, una economica, ed una tecnologica.

ECONOMICA ( costo di esercizio ) .
Non gettando il filo il costo di esercizio e’ sotto i due euro all’ ora.
Il costo di esercizio, da 10 a 20 volte inferiore, e’ il primo fattore “rivoluzionario”. e porta a due considerazioni immediate:
1) sono economicamente possibili lavorazioni di erosione a filo prima di costo proibitivo.
2) sono assolutamente antieconomiche lavorazioni che possono essere eseguite con Ecut e che vengono ancora eseguite con erosioni a filo convenzionali.

TECNOLOGICA (capacita’ di taglio)
Il filo puo’ scorrere molto piu’ veloce.
Scorrendo circa cento volte piu’ veloce, ( circa 700mt/min invece che 7 mt/min ) si hanno grandi vantaggi:
1) il “lavaggio” e’ a caduta, e non serve vasca ad immersione. Possono essere eseguiti tagli su pezzi anche notevolmente piu’ grandi della vasca.
2) grazie alla grande velocita’ il filo si “lava” da solo, la fessura di taglio e’ omogenea e non c’e’ “effetto botte”
3) Possono essere tagliati spessori molto alti, anche oltre 500mm, gia’ con le macchine piu’ piccole.

Queste considerazioni sono state recepite “al volo” dai fratelli Villa di Villasanta (MB). Cresciuti a pane e trucioli nell’ azienda  paterna fondata oltre 50 anni fa, appena vista la macchina hanno cominciato a pensare a tutte le volte in cui avrebbero potuto proficuamente usarla. alle volte in cui, avendola, avrebbero acquisito quella commessa, e… molto piu’ importante, a cosa avrebbero potuto farci in futuro. 

VILLA EMILIO COSTRUZIONI MECCANICHE   –  VILLASANTA (MB)
Click per vedere il sito

Ad un costo…

E.cut e macchine utensili convenzionali, comprese erosioni a filo.
Qual’ e’ la differenza fondamentale ?   Il costo, ma ancora di piu’, il costo di esercizio !
La  lavorazione di molti materiali moderni con caratteristiche eccezionali, comporta spesso problemi di taglio devastanti.
Materiali che si autotemprano o variano le loro caratteristiche meccaniche se sottoposti al calore, materiali  di difficile truciolabilita’, materiali durissimi, che usurano utensili comunque sofisticati, ( e comunque costosi !), lavorazioni da eseguire solo dopo trattamenti termici. Non ultimo, le bave ! Vanno tolte, e spesso costa quasi piu’ togliere le bave che la lavorazione.
L’erosione a filo ! Spesso e’ l’ unica soluzione per certe lavorazioni su certi materiali.
E per anni e’ stata la soluzione adottata. Ma i costi dell’erosione a filo convenzionale sono talmente elevati che solo particolari settori se lo possono permettere. Per molte lavorazioni le caratteristiche dell’ erosione a filo tradizionale sono superflue, ed in questi casi troppo costose. Talmente costose da farne scartare l’ utilizzo.

E.cut, con un costo complessivo di esercizio, ( corrente, filo, liquido di raffreddamento, manutenzione annua ), che non supera i 2 euro ora, mai, neanche usando i modelli piu’ sofisticati o di grandi dimensioni, apre ad utilizzi fino a prima impossibili.

Cromo Cobalto , lega per protesi,materiale aeronautico, motoristico… fantastico materiale che trova nella stampa 3D uno dei suoi utilizzi piu’ attuali, ed in forte sviluppo !
Poi pero’ bisogna staccare i pezzi dalla piastra su cui sono stati deposti. E qui cominciano i dolori. Inizialmente si utilizzava  una sega a nastro, ma oltre allo spreco di materiale dovuto allo spessore del nastro, si rompevano i delicati pezzi stampati. L’ erosione a filo e’ stata la scelta obbligata, ma il costo molto elevato dovuto alla resa bassissima, pena rottura del filo a causa delle difficolta’ del raffreddamento, ha spalancato l’ adozione di E.cut.
Nessun problema di taglio interrotto o di lavaggio. Estrema facilita’ d’ uso, e costo di esercizio bassissimo.

I leader della stampa 3D adottano E.cut.

Acciai inossidabili, e pezzi di grandi dimensioni. 
Ottenere settori da anelli di questo tipo sembra una cosa semplice. Quando poi ci si trova di fronte a materiali tipo Acciaio Inox, Inconel, etc. la faccenda si complica.  Bisogna creare anelli con abbondanti sovrametalli, tagliare con seghe a nastro, riassiemare il tutto, e riprendere di nuovo di tornio. Costi altissimi.
Anche qui l’ erosione a filo e’ la soluzione. E fino a quando le dimensioni sono contenute, tutto ok, ma quando superiamo anche solo 300 mm di diametro, i costi schizzano ! Erosioni a filo di grandi dimensioni hanno costi di acquisto, e costi di esercizio molto elevati, ed in giro ce ne sono poche !

E.cut non ha vasca di lavaggio. La piu’ piccola puo’ tagliare in due una anello da 640 mm di diametro. A costi di acquito e costi di esercizio irrisori rispetto ad una erosione a filo convenzionale.

Grande puleggia in Ghisa al Cromo Nichel. 
Eseguire la chiavetta di trascinamento su un altezza di oltre 600 mm non e’ cosa agevole. Se poi si tratta di materiali di questo tipo la faccenda diventa impegnativa. E soprattutto molto costosa.  Se il diametro del foro lo permette, con una grossa alesatrice dotata di testa angolare si puo’ fare. Altrimenti bisogna avere una grossa stozzatrice, o trovare qualcuno che faccia lavori conto terzi. Magari con l’ erosione a filo ….., ma bisogna affidarsi a qualcuno che ne possieda una di queste dimensioni, attendere la sua disponibilita’, ed accettare i suoi costi.
In ogni caso il costo per eseguire una semplice chiavetta diventa veramente notevole.

Con E.cut diventa facile, e soprattutto, molto poco costoso !
A partire dai modelli piu’ piccoli l’ altezza di taglio e’ di 500 mm. Ma sono fornibili modelli che tagliano 800 mm, ed anche 1000 mm. Le portate sul bancale partono da 300 Kg, ed arrivano a 5000 kg, con dimensioni della tavola che arrivano a 1600 x 1000 mm.
E sempre senza vasca, quindi con dimensioni praticamente senza limiti dei pezzi da lavorare.

.Suzhou BAOMA e’ il piu’ grande costruttore di macchine EDM, con piu’ di 20 anni di esperienza, 50.000 metri quadri di coperto, 300 dipendenti. Piu’ di 48.000 macchine installate in oltre 60 paesi.

Genesi e’ il partner per l’ Europa.

Suzhou BAOMA e GENESI saranno presenti alla EMO
Padiglione 13  Stand D85 Entrata West 1

Passano gli anni

Otto anni fa acquistare una E.cut poteva sembrare un azzardo. Un grosso azzardo ! La tecnologia era quasi totalmente sconosciuta, e solo un attenta analisi e la fiducia in nel fornitore, Genesi, aveva portato alla decisione di acquistare.  Ed in effetti qualche problema iniziale c’era stato, ma con buona volonta’ ed attenzione in breve tempo si era “entrati” nella tecnologia E.cut.
Nell’ arco di un anno una seconda macchina era stata acquistata, di grosse dimensioni, e l’ esperienza si andava sempre accrescendo.
Cio’ ha permesso di acquisire una grossa commessa, da una importante multinazionale, ed allora, via, quattro conti ed altre tre macchine di nuova generazione acquistate.
Anche considerando che ,con le aggiunte tecnolgiche apportate da Genesi, le macchine rientrano ampiamente nei parametri richiesti dalla legge 2017 per l’iper ammortamento al 250% !!

Uno dei punti fondamentali della nuova legge e’ infatti quella di aiutare l’ introduzione degli ausili digitali nell’ ambiente di produzione.
La messa in rete aziendale delle macchine di produzione, il loro controllo e gestione da remoto, la rilevazione “on line” dello stato delle macchine, e la consuntivazione in tempo reale dei tempi impiegati.
Queste caratteristiche erano comunque gia’ implementate da Genesi sulle macchine E.cut, ed alcune sono state aggiunte, per meglio ancora aderire allo spirito della legge. (Ed ovviamente goderne dei vantaggi fiscali !)
Per esempio, e’ stata aggiunta la funzione di invio di una email o di un messaggio se la macchina si ferma, in modo da dare la possibilita’ da remoto di vedere lo stato della macchina, e sempre da remoto, la possibilita’ di farla ripartire.
Il diario di lavoro della macchina puo’ risiedere sul controllo della macchina stessa, puo’ risiedere su un server in rete, o su un server remoto messo a disposizione da Genesi, e consultabile anche da Smartphone o Tablet.
Il sistema prevede di indicare la commessa in corso, ed automaticamente rileva dalla macchina stessa gli stati di lavoro, ferma, e quasto, senza intervento dell’ operatore.

Il CNC che comanda il lavoro di E.cut e’ basato su un potente PC industriale con sistema operativo W7 PRO con regolare licenza. Cio’ permette il costante aggiornamento del sistema operativo, e la protezione da virus ed intrusioni. Il CNC di E.cut puo’ entrare in ogni momento in rete Ethernet, quindi ogni cliente gode della teleassistenza sia da parte di Genesi, che eventualmente direttamente dal servizio di assistenza del costruttore. ( Solo macchine E.Cut hanno questa possibilita’ ! ).
Uno dei requisiti impliciti della legge sull’ iper ammortamento e’ la facilita’ e la semplicita’ di utilizzo.
E.cut ha prevenuto i tempi, essendo dotata di un manuale a bordo macchina consultabile a macchina in lavoro. Nel manuale, impostato come un Help di Windows, ed installato anche in formato PDF, sono state privilegiate le spiegazioni con immagini, ed in molti casi e’ possibile visualizzare parti della macchina in 3D, con un programma che permette di ruotare, ingrandire, e visualizzare esplosi o sezioni.
Anche ad operatori non specializzati viene data la possibilita’ di intervenire rapidamente per manutenzioni e per gestire i parametri di lavoro.

.

Esponiamo alla EMO di Hannover.
Venite a vedere le nostre macchine !
PADIGLIONE 13       STAND D 85

E le stelle stanno a guardare

Non e’ certo E.cut la stella dell’ officina !
Come una Cenerentola e’ spesso relegata in un angolo.
Torni pluri mandrino e pluri assi, sofisticati centri di lavoro, fresatrici a piu’ assi controllati, e… costosissime macchine ad elettroerosione fanno bella mostra di se’. Esse sono le stelle nel firmamento dei reparti di produzione.
Ma la situazione economica attuale porta spesso ad una riduzione dei quantitativi che mette in crisi le “stelle”. Infatti macchine sofisticate permettono si’ una riduzione dei costi, ma a prezzo di alti investimenti in attrezzature ed utensili, ed a lunghi tempi di approntamento e di messa a regime. Costi e tempi che con bassi quantitativi non sono piu’ affrontabili.

Le “stelle” ad otto denti che si vedono in queste immagini sono un esempio.
Si devono produrre poche dozzine di pezzi, in acciaio inox di vari tipi, ostico e fastidioso da lavorare. Si deve ottenere una buona finitura, e tolleranze molto strette, entro il centesimo di millimetro.

E, come sempre piu’ spesso accade oggi, il tempo di consegna era il consueto “SUBITO”. Il tempo per realizzare uno staffaggio ad hoc per la fresatrice a controllo e per approvvigionarsi degli utensili adatti a lavorare questi materiali superavano gia’ i tempi di consegna richiesti.
L’ unica soluzione sembrava quindi l’ elettroerosione a filo. Ma il terzista/stampista a cui ci si rivolgeva in questi casi non dava disponibilita’ immediata ne’ date certe. Non solo, ma il prezzo richiesto era decisamente elevato.

La lavorazione con E.cut e’ stata effettuata ad un costo di una decina di volte inferiore a qualsiasi altro metodo, compreso l’ elettroerosione a filo con macchine convenzionali. La realizzazione dell’ attrezzo di staffaggio ha richiesto meno di un ora, In un solo piazzamento vengono realizzati tutti i denti della circonferenza, con una precisione ottima. Cambio pezzo in qualche minuto, poi ore di taglio senza alcun operatore, giorno e notte, sabato e domenica. 
Un ottima commessa per il terzista proprietario della E.cut.

E le stelle sono state a guardare….

Questo qualche anno fa, con la prima E.cut.

Adesso sono cresciute !

.Esponiamo alla EMO di Hannover.
Venite a vedere le nostre macchine !
PADIGLIONE 13       STAND D 85

Ci vorrebbe una E.cut..

Ci vorrebbe un amico…
E.cut e’ l’amico che qualsiasi uomo d’ officina vorrebbe avere.
Piccola, poco ingombrante, silenziosa, facile da usare, esegue con precisione centesimale tagli geometricamente perfetti, su qualsiasi materiale conduttivo. Non sporca, non inquina, non fa rumore, non fa trucioli.
Quando inizia a tagliare non ha piu’ bisogno di nessuno. Per lavori di pochi minuti o di decine e decine di ore, lavora silenziosamente, da sola, ad un costo incredibilmente basso.
Nessuna lavorazione meccanica in officina costa cosi’ poco.
Il giorno seguente l’ installazione inizia a produrre.  Non servono competenze specifiche, ne’ operai specializzati. In poche ore chiunque impara ad usare E.cut. Niente traumi se manca chi la faceva funzionare.

Ci vorrebbe una E.cut
per poter dimenticare…
.. tutte le arrabbiature per farsi modificare una semplice sede di chiavetta su un pezzo gia’ temperato. Trasportare pezzi, aspettare, aspettare.. e spendere, a volte cifre sproporzionate.
E dopo qualche volta si scopre che avendo una E.cut in casa anche le sedi di chiavette su pezzi nuovi costerebbero meno, molto meno che farli con la stozza. L’ altezza diventa indifferente. Che lo spessore sia di qualche decina di millimetri, o di diverse centinaia, la sede viene sempre perfetta, al centesimo, perfettamente parallela anche ad alte velocita’ di asportazione. Basta utensili che rifiutano, che tirano sotto, che vanno di qui e di la’. Che sia ghisa, acciaio, inox, inconel, titanio.. non importa.
Pulegge, ingranaggi, boccole, corpi fresa. Che sia una sede di chiavetta o una dentatura interna comunque complessa, in pochi minuti si genera il programma di taglio, si piazza il pezzo, ci si centra e… vai. La macchina da sola, e l’ operatore da qualche altra parte !

Ci vorrebbe una E.cut
li, per sempre, in officina…
..anche se la stozza c’e’ gia’. Si perche’ quando serve fare un profilo diverso dalla sede chiavetta bisogna preparare un utensile. Ed allora bisogna avere la rettifica o l’ affilatrice, magari col proiettore di profili… e non e’ che chiunque lo sappia fare !
Con E.cut e’ molto semplice, e molto poco costoso ! Direttamente dal disegno in DXF o DWG della gola da creare si desume il programma di taglio e si assegnano le inclinazioni degli angoli di spoglia. Piazzato l’ utensile grezzo su una normale morsa, ( niente costosi attrezzi in acciaio inox ), si avvia il taglio. Volendo una finitura accurata si possono eseguire fino a 5 ripassi, fino at ottenere una rugosita’ inferiore a 1 Ra.
In pochi  minuti l’ utensile e’ pronto ! Niente attese del fornitore esterno, o del costoso tecnico del reparto utensili.., ad un costo molto, molto, molto basso !

C’e’ voluta una E.cut
per fare questo pezzo alto oltre 300 mm.
Ok, l’ immagine non e’ molto professionale, ma il giovane che ha ottenuto questo pezzo dopo solo due settimane di uso di E.cut, senza che prima sapesse cosa fosse una erosione a filo, ne era giustamente orgoglioso. Ok, qualche ora in teleassistenza con Genesi c’e’ voluta, ma il risultato e’ stato ottimo. Misure perfette, severamente controllate in sala metrologica, nessun effetto botte, rugosita’ ottima ed entro i valori richiesti.
La mancanza del creatore con queste misure e l’ urgenza ha portato a provare con E.cut.   Il risultato e’ stato sorprendente dal punto di vista economico. Niente costo per il creatore, ne’ il dover rivolgersi ad esterni per ottenere il pezzo di erosione a costi pribitivi.
L’ azienda aveva acquistato  E.cut principalmente per eseguire sedi di chiavette, ma si sono ritrovati ad avere una “dentatrice” che per pezzi singoli si e’ rivelata un inaspettata fonte di guadagno.

E.cut 32D e’ il piu’ piccolo, semplice, economico,  e …
poco ingombrante dei modelli E.cut. ( vedi caratteristiche )

Le caratteristiche di E.cut permettono di richiedere l’ iper ammortamento al 250%, ( vedi articolo successivo ), e le forme di finanziamento che proponiamo rendono agevole l’ acquisto, ( vedi modalita’ di noleggio/finanziamento )

250% assicurato con Ecut

Gli sforzi di Genesi per rendere Ecut un sistema all’ avanguardia, trovano queste macchine pronte a rientrare nelle caratteristiche necessarie all’ ottenimento delle facilitazioni previste dalla legge di bilancio 2017 “Super ammortamento 250%.”
Nel riquadro sotto, (l’allegato A della legge ), sono evidenziati in rosso  i punti in cui il sistema Ecut rientra nelle caratteristiche richieste.

ESEMPIO- (VANTAGGIO FISCALE)
Se si acquista un bene “agevolabile” al costo di €100.000, si potra’ procedere al calcolo degli ammortamenti come se il costo del bene fosse stato pari ad € 250.000.

Costo del bene = 100.000
Costo fiscale = 250.000
Risparmio di imposta (24%) = 60.000)
Costo effettivo del bene= 40.000

Contattateci, vi illustreremo in dettaglio, per ciascuna voce evidenziata, perche’ Ecut rientra nelle caratteristiche richieste.

Legge di Bilancio 2017, Parte I, Sezione I
Articolo 1, comma 8-13;

Super ammortamento 250% – beni agevolabili e caratteristiche – Allegato A

1) Beni strumentali il cui funzionamento è controllato da sistemi computerizzati e/o gestito
tramite opportuni sensori e azionamenti.

. macchine utensili per asportazione
. macchine utensili operanti con laser e altri processi a flusso di energia (ad esempio plasma,
waterjet, fascio di elettroni), elettroerosione, processi elettrochimici
. macchine utensili e impianti per la realizzazione di prodotti mediante la trasformazione dei
materiali o delle materie prime
. macchine utensili per la deformazione plastica dei metalli e altri materiali
. macchine utensili per l’assemblaggio, la giunzione e la saldatura
. macchine per il confezionamento e l’imballaggio
. macchine utensili di de-produzione e riconfezionamento per recuperare materiali e funzioni
da scarti industriali e prodotti di ritorno a fine vita (ad esempio macchine per il disassemblaggio,
la separazione, la frantumazione, il recupero chimico)
. robot, robot collaborativi e sistemi multi-robot
. macchine utensili e sistemi per il conferimento o la modifica delle caratteristiche superficiali
dei prodotti e/o la funzionalizzazione delle superfici
. macchine per la manifattura additiva utilizzate in ambito industriale
. macchine, anche motrici e operatrici, strumenti e dispositivi per il carico/scarico,
movimentazione, pesatura e/o il sorting automatico dei pezzi, dispositivi di sollevamento e
manipolazione automatizzati, AGV e sistemi di convogliamento e movimentazione flessibili, e/o
dotati di riconoscimento pezzi (ad esempio RFID, visori e sistemi di visione e meccatronici)
. magazzini automatizzati interconnessi ai sistemi gestionali di fabbrica.

Caratteristiche per Iper ammortamento 250%:

. controllo per mezzo di CNC (Computer Numerical Control) e/o PLC (Programmable Logic
Controller)
. interconnessione ai sistemi informatici di fabbrica con caricamento da remoto di istruzioni e/o
part program
. integrazione automatizzata con il sistema logistico della fabbrica o con la rete di fornitura e/o
con altre macchine del ciclo produttivo
. interfaccia tra uomo e macchina (HMI, ndr) semplici e intuitive
. rispondenza ai più recenti standard in termini di sicurezza, salute e igiene del lavoro

Le macchine sopra citate devono essere dotate di almeno due tra le seguenti caratteristiche
per renderle “assimilabili e/o integrabili a sistemi cyberfisici”:

. sistemi di tele manutenzione e/o telediagnosi e/o controllo in remoto
. monitoraggio in continuo delle condizioni di lavoro e dei parametri di processo mediante
opportuni set di sensori e adattività alle derive di processo
. caratteristiche di integrazione tra macchina fisica e/o impianto con la modellizzazione e/o
la simulazione del proprio comportamento nello svolgimento del processo (sistema cyberfisico)
. dispositivi, strumentazione e componentistica intelligente per l’integrazione, la sensorizzazione
e/o l’interconnessione e il controllo automatico dei processi utilizzati anche
nell’ammodernamento o nel revamping dei sistemi di produzione esistenti
. filtri e sistemi di trattamento e recupero di acqua, aria, olio, sostanze chimiche e organiche,
polveri con sistemi di segnalazione dell’efficienza filtrante e della presenza di anomalie o
sostanze aliene al processo o pericolose, integrate con il sistema di fabbrica e in grado di
avvisare gli operatori e/o di fermare le attività di macchine e impianti.

2) Sistemi per l’assicurazione della qualità e della sostenibilità:

. sistemi di misura a coordinate e no (a contatto, non a contatto, multi-sensore o basati su
tomografia computerizzata tridimensionale) e relativa strumentazione per la verifica dei requisiti
micro e macro geometrici di prodotto per qualunque livello di scala dimensionale (dalla larga
scala alla scala micro-metrica o nano-metrica) al fine di assicurare e tracciare la qualità del
prodotto e che consentono di qualificare i processi di produzione in maniera documentabile e
connessa al sistema informativo di fabbrica
. altri sistemi di monitoraggio in-process per assicurare e tracciare la qualità del prodotto e/o
del processo produttivo e che consentono di qualificare i processi di produzione in maniera
documentabile e connessa al sistema informativo di fabbrica
. sistemi per l’ispezione e la caratterizzazione dei materiali (ad esempio macchine di prova
materiali, macchine per il collaudo dei prodotti realizzati, sistemi per prove/collaudi non
distruttivi, tomografia) in grado di verificare le caratteristiche dei materiali in ingresso o in uscita
al processo e che vanno a costituire il prodotto risultante a livello macro (es. caratteristiche
meccaniche) o micro (ad esempio porosità, inclusioni) e di generare opportuni report di collaudo
da inserire nel sistema informativo aziendale
. dispositivi intelligenti per il test delle polveri metalliche e sistemi di monitoraggio in continuo
che consentono di qualificare i processi di produzione mediante tecnologie additive
. sistemi intelligenti e connessi di marcatura e tracciabilità dei lotti produttivi e/o dei singoli
prodotti (ad esempio RFID – Radio Frequency Identification)
. sistemi di monitoraggio e controllo delle condizioni di lavoro delle macchine (ad esempio
forze, coppia e potenza di lavorazione; usura tridimensionale degli utensili a bordo macchina;
stato di componenti o sotto-insiemi delle macchine) e dei sistemi di produzione interfacciati con i
sistemi informativi di fabbrica e/o con soluzioni cloud
. strumenti e dispositivi per l’etichettatura, l’identificazione o la marcatura automatica dei
prodotti, con collegamento con il codice e la matricola del prodotto stesso in modo da consentire
ai manutentori di monitorare la costanza delle prestazioni dei prodotti nel tempo e di agire sul
processo di progettazione dei futuri prodotti in maniera sinergica, consentendo il richiamo di
prodotti difettosi o dannosi
. componenti, sistemi e soluzioni intelligenti per la gestione, l’utilizzo efficiente e il monitoraggio
dei consumi energetici e idrici e per la riduzione delle emissioni
. filtri e sistemi di trattamento e recupero di acqua, aria, olio, sostanze chimiche, polveri con
sistemi di segnalazione dell’efficienza filtrante e della presenza di anomalie o sostanze aliene al
processo o pericolose, integrate con il sistema di fabbrica e in grado di avvisare gli operatori e/o
fermare le attività’ di macchine e impianti.

3) Dispositivi per l’interazione uomo macchina e per il miglioramento dell’ergonomia e della
sicurezza del posto di lavoro in logica 4.0

. banchi e postazioni di lavoro dotati di soluzioni ergonomiche in grado di adattarli in maniera
automatizzata alle caratteristiche fisiche degli operatori (ad esempio caratteristiche biometriche,
età, presenza di disabilità)
. sistemi per il sollevamento/traslazione di parti pesanti o oggetti esposti ad alte temperature in
grado di agevolare in maniera intelligente/robotizzata/interattiva il compito dell’operatore
. dispositivi wearable, apparecchiature di comunicazione tra operatore/operatori e sistema
produttivo, dispositivi di realtà aumentata e virtual reality
. interfacce uomo-macchina (HMI) intelligenti che coadiuvano l’operatore a fini di sicurezza ed
efficienza delle operazioni di lavorazione, manutenzione, logistica.

Serve anche a voi

Basta avere una Ecut per scoprire a quante lavorazioni puo’ essere utile in officina. Dopo un anno dall’ acquisto di una Ecut, ne sono state acquistate altre due. E’ diventata la macchina piu’ intasata”, ci e’ stato detto. Acquistata per profilare placche in metallo duro, ” Da quando abbiamo eseguito una chiavetta, nessuno vuole piu’ usare la stozza !”. Anche su altezze notevoli, chiavette perfette, al centesimo, senza nessuno che segue la macchina. Attacchi e te ne vai, fantastico!“.
Nell’ immagine seguente da un tondo da 900mm di diametro, spessore 350mm , quasi una tonnellata di peso, viene ricavato un complesso profilo interno di circa 400 mm di diametro. Niente trucioli, ma un bel blocco di prezioso acciaio da poter utilizzare per altri pezzi.

All’ opposto, questi piccoli oggetti in acciaio inox, ottone, ed argento, vengono ottenuti con la stessa macchina !
Certo, se si eseguissero solo queste lavorazioni, una macchina piu’ piccola sarebbe meno ingombrante, ma la precisione e la finitura necessaria sono le stesse per una macchina piccola o una grande.

Questa alta boccola in acciaio inossidbile doveva essere eseguita in un unico blocco, e dato il materiale non era una cosa semplice da ottenere. Oltre 250 mm di altezza, una precisione entro il centesimo, geometricamente perfetta, nessuna bombatura o effetto botte. In una sola passata ! Tempi e costi di esecuzione impensabili con qualsiasi altro sistema.

Tubi in titanio ed in acciaio inox. Taglio profilato. Viene normalmente usata tutta l’altezza di taglio possibile della macchina, 500 millimetri. Lavorazione anche in pendolare, quindi possibilita’ di scaricare e caricare i pezzi intanto che la macchina sta tagliando l’ altra colonna. La mancanza di una vasca ad immersione permette piazzamenti e maschere impensabili con macchine ad elettroerosione convenzionali.

.

2, 3, 4,.. Ecut crescono come i funghi

Certo, crescono come funghi…
Chi comincia ad usare una Ecut si rende conto velocemente di quanti pezzi possono essere realizzati molto piu’ convenientemente cambiando il metodo di lavorazione.
Ovviamente la tecnologia dell’ erosione a filo non e’ una novita’, ma l’ alto costo orario, la relativa lentezza se confrontata a lavorazioni meccaniche convenzionali ed il connseguente alto costo di realizzazione di eventuali lavorazioni, ne hanno relegato l’ uso al settore degli stampi, ed a pochi altri settori.
Il basso costo di esercizio, e quindi la drammatica riduzione dei costi delle lavorazioni rappresenta una rivoluzione nel settore delle lavorazioni meccaniche.
Una cosa pero’ e’ dirlo, altra cosa e’ farlo.

Le immagini seguenti sono di clienti che hanno toccato con mano con la prima macchina.

L’ immagine seguente e’ di un cliente che dopo un po’ non riusciva piu’ a fare quello per cui aveva comprato la prima macchina. Ogni tanto qualcuno dell’ ufficio tecnico andava in officina a fumare una sigaretta… e poi cambiava modo di realizzare qualche pezzo. Dopo un po’ hanno comprato la seconda.

Loro fanno prototipazione rapida, sono tra i leader in Italia, ed una macchina non bastava piu’.
Per una questione di dimensioni, … ma anche di crescita del lavoro.

Questi sono un ramo della piu’ grande azienda meccanica del mondo. Dopo solo 4 mesi di uso della prima macchina hanno ordinato la seconda.

Dopo qualche mese dall’ aver comprato una costosissima giapponese hanno scoperto Ecut. La piu’ piccola e piu’ economica Ecut fa’ quasi la stessa produzione della giapponese. Provata, e dopo qualche mese presa un’ altra. Raddoppiata la produzione con due macchine e meno di un terzo del costo della giapponese.

Dopo due settimane dall’ avere installato la prima, quella grossa in fondo, ed avere iniziato a fare qualche lavoro, hanno deciso di eliminare una costosa lavorazione, eseguita su un costosissimo centro di lavoro, e di acquistare la seconda…

Qui c’erano da allargare i fori di 800 rulli. Nell’ arco di 18 mesi !
Verificati tutti i parametri di taglio, ed ottenuta la massima velocita’ di asportazione, sono state acquistate altre 3 macchine. La spesa totale e’ stat comunque inferiore al costo di una sola svizzera. Ma la  produzione e’ quasi quadruplicata !!

Gas&Oil. Dopo test e prove presso di noi, volevano comprare subito quattro macchine. Abbiamo suggerito di prenderne solo due di dimensioni medie. Dopo un anno ne hanno ordinate altre due. Una piu’ grossa, ed una del nuovo modello C-Type, piu’ veloce.

Asportare o tagliare?

Per queste semplici lavorazioni l’utilizzo di Ecut ha ridotto drasticamente i costi realizzazione.

L’esecuzione di questa culisse su una serie di soli tre pezzi in acciaio inox richiede almeno due piazzamenti. Il profondo e sottile taglio presenta rischi di rottura della fresa, la culisse ha due diverse inclinazioni, quindi due diverse frese. Frese per cave coniche su questo materiale si rompono facilmente…

L’esecuzione tramite Ecut avviene in un solo piazzamento, l’utensile è il solo filo, ed il programma di lavoro si ottiene velocemente con il CAD a bordo macchina:

Questa serie di 16 pezzi in Inconel potrebbero essere ottenuti tagliando la parte mobile con una sega circolare, o con una segatrice a nastro. Il materiale e’ pero’ particolarmente ostico, e la rottura degli utensili e’ molto frequente. La precisione richiesta e’ inoltre abbastanza stretta.

Con Ecut una semplice, piccola morsa e’ sufficiente a tenere il pezzo. La mancanza di vasca ad immersione permette di lavorare anche i pezzi con un lungo gambo. La precisione e’ entro gli 0,015 mm, ed il taglio di soli 0,2 mm.sono la soluzione ideale dal punto di vista tecnologico, e clamorosa dal punto di vista economico.

Le stesse lavorazioni eseguite con Ecut potrebbero essere eseguite con erosioni a filo convenzionali, ma troppo spesso la differenza di costo orario di esercizio, ( oltre a 20 volte maggiore, 0,5 euro/ora Ecut contro 15 euro/ora normali erosioni a filo ), rendono impensabile economicamente tale soluzione.

Con Ecut niente utensili, niente pesanti staffaggi, niente trucioli, niente sporco,… e, quasi sempre, niente persone !

Rottamare?

In officina una vecchia erosione a filo e’ un cattivissimo affare.

L’ avvento e la diffusione della nuova tecnologia di taglio a filo di Ecut rende obsoleto e  non economico l’ uso di vecchie erosioni a filo.

Infatti il costo orario di esercizio di una vecchia erosione a filo e’ attorno ai 10 euro/ora, mentre una Ecut ha un costo orario di 0,5 euro/ora.

Per costo orario di esercizio si intende:
Per vecchia edm a filo: Costo filo, acqua distillata, resine, filtri, corrente, manutenzione.
Per Ecut : Costo filo, emulsione con  acqua normale, filtri, corrente, manutenzione annua.

Considerando 3 tipi di utilizzo:

1) Utilizzo sporadico  400 ore anno
2) Utilizzo limitato    1000 ore anno
3) utilizzo normale   2000 ore anno

i costi relativi sono :
Considerando il solo costo di esercizio

Considerando Ecut con costo di esercizio+ costo di ammortamento, e vecchia erosione a filo solo costo di esercizio:

Risulta evidente che sarebbe molto piu’ conveniente “rottamare” la vecchia erosione a filo  ed utilizzare una moderna Ecut.

Infatti esaminando i valori della riga in giallo della prima tabella si vede che su 2000 ore l’utilizzo di Ecut comporta un risparmio di 19.000 euro/anno. Una Ecut si pagherebbe da sola in un paio d’ anni, solo con i soldi risparmiati !

Se andate alla pagina NOLEGGIO, potrete rilevare come gia’ con 700 euro al mese potreste avere una Ecut.

Noleggiando una Ecut sarete piu’ competitivi, e risparmierete un sacco di soldi !

Euro… non parole

L’analisi che precede l’adozione di una nuova tecnologia tiene conto di molteplici fattori: precisione del nuovo processo, affidabilita’ del’ impianto, affidabilita’ del costruttore/fornitore, garanzia di durata, garanzia dell’ assistenza, etc.
Ma alla fine il fattore preponderante e’ il vantaggio economico rispetto ai  metodi convenzionali in uso.
Gli esempi sotto riportati comportano sempre un grande vantaggio economico, e spesso rappresentano un modo completamente nuovo di realizzare un pezzo.

Questi dentini sulla punta di delicatissimi aghi da biopsia in acciaio inox devono essere assolutamente esenti da bave.Il diametro di 2 e 3 mm e lo spessore di pochi decimi del tubicino rendono problematica la lavorazione con qualsiasi altro sistema, quindi estremamente costosa. Con Ecut e’ possibile sovrapporre fino a 50 aghi ed effettuare il taglio in un solo colpo, ottenendo un costo per pezzo irrisorio.
Con una erosione a filo convenzionale il taglio interotto devia il lavaggio, che e’ a pressione, con la conseguenza della rottura del filo.
Con Ecut nessun problema. Il lavaggio e’ a caduta, il lavoro non e’ ad immersione, ed il carico e scarico dei pezzi dalla maschera e’ facile.

Queste tre piastre di lnconel 718 di 30 mm di spessore vengono tagliate a tre per volta, (90 mm ). La dimensione di 1300 mm per 380 mm eccede ampiamente le dimensioni della tavola, ma non essendo ad immersione possono essere lavorate senza problemi. Costo del taglio circa 4€. NESSUN sistema costa così’ poco !!

Su questi anelli devono essere eseguite due chiavette contrapposte.  Il costo con Ecut e’ di un paio di euro. Ma molto importante e’ che non e‘ stato necessario alcun attrezzo di bloccaggio, solo un semplice prìsma ed un morsetto, la precisione angolare e’ assoluta, e, molto molto piu’ importante, i 32 anelli sono stati pronti subito, senza aspettare la disponibilita’ di terzìsti.
Con meno di 40.000 euro si puo’ disporre di una Ecut con corse di 400x320x500 di altezza di taglio !

Ecut & prototipazione rapida

Ecut si sta rivelando il partner ideale nella prototipazione rapida grazie ad alcune caratteristiche che la rendono nettamente superiore ad una normale erosione a filo.
1) Alto spessore di taglio, 500 mm, anche per i modelli più piccoli (e più economici)
2) Taglio regolare anche in presenza di discontinuità della sezione. Le immagini sotto ne sono un esempio tipico. Il sistema di raffreddamento e lavaggio di Ecut è a caduta ed è efficace anche se il taglio è interrotto
3) Taglio non influenzato dalla presenza della polvere del materiale all’interno delle cavità.
4) Costo di esercizio da 10 a 20 volte inferiore a quello di una normale erosione a filo

C Type e alluminio

Ecut Baoma è all’avanguardia anche nella lavorazione dell’alluminio con i nuovi modelli C Type.
I due pezzi seguenti hanno un costo di esecuzione incredibilmente basso.
Considerando il puro costo di esercizio, quindi materiale di consumo (filo, additivo per acqua, manutenzione annua e costo energia) la lavorazione del dissipatore in AVIONAL costa meno di 4 euro, mentre il cassetto in ANTICORODAL 100, circa 18 euro!
Considerando oltre che il costo di esercizio, anche il costo di ammortamento, abbiamo per il dissipatore quindici euro, e per il cassetto 65 euro.

Ecco perchè grandi aziende italiane attente alle nuove tecnologie acquistano sempre più spesso una Ecut.

Conformità allo scopo

Rendere più economiche le lavorazioni meccaniche, anche se non ci sono quantitativi elevati, e, spesso per pochi o solo un pezzo da eseguire.
L’erosione a filo è in molti casi la soluzione più economica. Ma per quelle poche volte non è pensabile acquistarne una. Se usata, i rischi di malfunzionamento, l’alto costo di esercizio, e la complessità del funzionamento sconsigliano l’acquisto.
Resta il farlo fare a terzi. Ma anche qui alti costi, tempi di consegna fuori controllo…

Ecut sta diventando la soluzione.
In molte aziende l’hanno capito… Ma non lo dicono a nessuno.

Si e’ aperto un nuovo mondo

In una grande,e storica azienda  produttrice di componenti  meccanici ad altissima tecnologia, Ecut, acquistata per l’esecuzione di strette cave su forti spessori , ha rivelato le sue notevoli potenzialita’ dopo poche settimane di utilizzo..
“Ci si e’ aperto un nuovo mondo”, ha detto il capo officina.
Per l’ uomo, costantemente in contatto con i problemi di produzione, vedere la macchina in lavoro e’ stata una luce che si accende.
Per molti pezzi da sempre eseguiti con costose macchine CNC, quindi mandrini, utensili, inserti, costosi attrezzi di staffaggio, e trucioli, trucioli, trucioli, adesso puo’ usare Ecut.

Dal CAD al pezzo finito, niente mandrini, utensili, inserti,… ne’ tantomeno trucioli.
Ad un costo ridicolmente basso rispetto a prima !!.

NESSUNA LAVORAZIONE MECCANICA PUO’ ESEGUIRE QUESTI PEZZI ALLO STESSO COSTO !!

dubbi ? CLICCATE QUI e richiedete un preventivo di lavorazione

Solo con Ecut

Alcune caratteristiche fanno di Ecut una macchina diversa, e “nuova” nel panorama delle lavorazioni meccaniche.

1) la mancanza di vasca ad immersione
2) la mancanza dell’ “effetto botte”

Questi grossi pignoni sono stati eseguiti con una delle piu’ piccole Ecut, (40D). Nonostante le corse della macchina non fossero sufficienti ad eseguire il pezzo interamente, la mancanza di una vasca ad immersione ha permesso con semplici accorgimenti di eseguire il lavoro ruotando i pezzi tre volte. Le parti lavorate non sono adiacenti, ci sono circa 20mm tra una corona e l’altra,e cio’ rende molto difficoltosa, se non impossibile, la lavorazione con una erosione a filo convenzionale. Con Ecut, nessun problema. Il materiale particolarmente ostico, ( inconel ), viene tagliato senza alcuna difficolta’, ed il costo e’ enormemente inferiore rispetto alla lavorazione meccanica.

Qesti pezzi sono prototipi di un profilato. le dimensioni sono di 16×5 mm per un pezzo, e di 6×9 mm per l ‘altro. La lunghezza e’ di 210 mm. Le tolleranze sono di +/- 0,02 mm. SOLO con Ecut e’ possibile una lavorazione come questa !. I pezzi vanno eseguiti con una sola passata. NON e’ possibile eseguire ripassi, perche’ cosi’ bassi spessori implicano  una deformazione alla fine del primo taglio.

L’ esecuzione di due semplici chiavette non sembrerebbe un problema. Ma il pezzo e’ alto piu’ di 250mm.
E questo crea un problema !
Macchine ad erosione che tagliano questi spessori cominciano ad essere particolarmente costose, con un costo orario importante, e chi le possiede non ne regala certo il lavoro!
La macchina in figura e’ la piu’ piccola della gamma Ecut, taglia 300 mm di spessore, con corse di 400×320 mm.
Le chiavette sono ricavate con un taglio singolo, con una tolleranza su tutta l’ altezza entro i 2 centesimi. 

 

 

NESSUNA LAVORAZIONE MECCANICA PUO’ ESEGUIRE QUESTI PEZZI ALLO STESSO COSTO !!

dubbi ? CLICCATE QUI e richiedete un preventivo di lavorazione

Una macchina in più, con le stesse persone

Nel Lecchese

Queste due macchine lavorano e producono senza che sia stato assunto altro personale. Gli operatori che seguono i centri di lavoro hanno velocemente appreso come farle funzionare. Non solo, le ore lavorative di E.cut sono 24/7. Ventiquattro ore al giorno, sabato e domenica compresi. Ad un costo orario che non supera i tre euro, compreso ammortamento ! Quando poi in ufficio tecnico hanno capito cosa ci si puo’ fare, hanno cominciato a riprogettare molti particolari.
Ed una non bastava piu’ !!

 

In Piemonte

Raccorderia e particolari in inox per l’ industria alimentare. Lavorazioni meccaniche, stampaggio, e costruzione dei propri stampi. E’ bastato vederla,  sentire quanto costava, quanto e’ il costo di esercizio, e sopattutto, la semplicita’ e facilita’ d’ uso per decidere di acquistarla. Per farne cosa? “Non lo sappiamo, ma una macchina cosi’ in officina serve sempre”, e poi, nessuna persona da assumere.

 

Nel Mantovano

Manutenzione e rigenerazione di macchine per calze. Una miriade di particolari metallici, da ricostruire. Ingranaggi, cremagliere, piccole e complesse camme, dentelli e rimandi. Nei materiali piu’ disparati, con trattamenti e durezze che creano un sacco di problemi alla lavorazione meccanica tramite utensili. E sempre in quantitativi limitati. Con E.cut dal disegno col CAD alla realizzazione del pezzo e’ questione di pochi minuti. Alta precisione ad un costo veramente irrisorio !

 

Nel Cuneese

Giovane azienda. Attrezzature meccaniche e stampi per lamiera. Una erosione a filo convenzionale “non ci stava”. E non solo per un problema di spazio, ma soprattutto per una questione di costi. E soprattutto di costi di esercizio ! Ad un prezzo simile avrebbero potuto acquistare una erosione a filo convenzionale usata, ma sul costo di esercizio di una E.cut, di oltre dieci volte inferiore, hanno focalizzato la loro attenzione. Giovani, ma di provata esperienza nelle lavorazione meccaniche, e’ bastato vedere la macchina in lavoro ed eseguire alcuni particolari per scoprirne le ragioni, ed intuirne le grandi potenzialita’. Una ci sta, ma il posto e’ per due !

Nuove Ecut 2014 C type

Il costante lavoro di ricerca e sviluppo di Baoma ha portato a presentare nel 2014 una nuova serie di macchine. L’ aspetto saliente e’ la struttura a C, ma altri importanti novita’ sono presenti.
Grazie a questa struttura e’ stata possibile l’ introduzione di un sistema di tensionatura elettronica servo assistita del filo, brevettato da Baoma, che eleva il grado di finitura ottenibile, giungendo a meno di 1 Ra di rugosita’.
L’ altra importante innovazione e’ il nuovo controllo numerico BMXP 5000. Il CNC sfrutta appieno le possibilita’ e la potenza dei computer attuali su cui il software di controllo e’ installato. La maggiore velocita’ ha permesso di aumentare la potenza controllata, raggiungendo gli 8 Ampere.
L’insieme di queste nuove caratteristiche si traduce in un aumento della velocita’ di asportazione di oltre il 60 % rispetto ai sistemi precedenti, raggiungendo i 250 mm quadri al minuto, in una rugosita’ del 20% migliore, ed una precisione che sale a +/- 0,012 mm, migliorata del 20%.

Vedere, sentire, toccare

Vedere la semplicita’ della struttura di una E.cut, sentire il rumore che fa quando lavora, toccarla, intanto che taglia. Per un uomo d’ officina, per un uomo abituato alle lavorazioni meccanche bastano pochi istanti per capire.
Al di la’ di chiacchiere, prospetti, cataloghi, dopo qualche minuto davanti ad una E.cut si apre un mondo nuovo……

Viene in mente quanto speso per le chiavette su quelle pulegge alte 160mm. Con E.cut sarebbero costate praticamente niente.
Quanto tempo ad aspettare quegli inserti per filettare dal passo fuori dal normale. Per quei due alberi bastava un beli’ utensile brasato ed in un attimo profilarlo col passo giusto.
Quel pignone rotto su quella macchina che e’ stata ferma 20 giorni per avere il ricambio, mentre in poche ore potevamo farcelo noi.
E star li a consumare inserti ed utensili per quelle semplici cave, con quel bel e costoso centro di lavoro, che lavora si da solo, ma se non c’e’ li qualcuno non lavora mica. Con E.cut un bel buco per infilare il filo, ed il venerdi’ pomeriggio farla partire e vai… il lunedi mattino cave fatte.
E quegli incavi che si son ricordati che andavano fatti dopo avere temperato i pezzi ? E’ vero che fatti con l’ erosione a filo sono venuti perfetti, ma quanto chiedere per favore, quanto pregare, quanto aspettare, e… quanto pagare! Con E.cut li avremmo fatti subito dopo temprati. Perfetti come con una erosione a filo standard, ma molto, molto meno costosi.

Certo ad una erosione a filo ci avevamo gia’ pensato, ma costa troppo per quello che facciamo noi, costa troppo mantenerla, tra filo, acqua distillata , resine, manutenzione… almeno 10 euro/ora di costo di esercizio, e poi ci vuole anche qualcuno che la faccia andare.

E.cut invece con poco piu’ di 30.000 euro hai una macchina che taglia 300 mm di spessore, e fa cave fino a 400mm x 320mm. Costa 40 centesimi l’ora, e la fa andare chiunque in officina sappia fresare o tornire.

E magari adesso no, ma se penso a quanti lavori ho lasciato andare, a quanti preventivi che poi non si e’ piu’ sentito niente…

Questi e simili pensieri, a raffica, davanti ad una E.cut in lavoro !
Dopo qualche settimana, qualche mese, a volte anche dopo qualche anno, ecco la telefonata. “Ho un lavoro che va bene per E.cut. Mi copre pochi giorni al mese, ma sono piu’ che sufficienti per pagarsi la macchina… e poi ce l’ho qui, libera per il resto del mese !!”
Gia’ diversi dopo qualche tempo ne hanno comprato un’ altra.

Ma prima sono venuti a vederla,
e senza sapere certo per farci che cosa.

Piccola macchina, Grandi pezzi

Conviene…

E.cut Baoma e’ solo Genesi.
.. se non e’ E.cut non e’ la stessa cosa..!

Solo Ecut arriva a voi direttamente dalla fabbrica.
Nessun Esportatore cinese, ne’ importatori paralleli… che spezzano la catena.
Solo attraverso Genesi siete sicuri di avere un prodotto con tutte le certificazioni europee

Aumentare la resa

I quattro intagli di queste sei grosse ghiere speciali in duro acciaio, (45Hrc), sono stati ottenuti senza alcuna attrezzatura di fissaggio, senza alcun creatore o fresa speciale, in un colpo solo. Sono costati circa 20 volte meno che con una normale erosione a filo. Un costo incomparabilmente inferiore alla normale fresatura.

Il titanio e’ una brutta bestia da tagliare. La cosa migliore e’ arrivare il piu’ vicino possiblie alla misura finale con l’ erosione, E cosi’ viene fatto. Ma qui viene usata una E.cut. Le 12 ore di lavoro per tagliare questi pezzi, di puro costo valgono 6 euro con E.cut, almeno 120 euro con una normale erosione a filo. La preziosa, e costosa, erosione a filo e’ meglio che stia ferma, o magari esegua lavori che la facciano rendere per quello che costa !!

Certo non capita tutti i giorni di dover eseguire lavorazioni su pezzi cosi’ alti o cosi’ lunghi. Ma quando capita, o si va fuori, con costi ed attese che tutti conoscono, o se si hanno macchine cosi’ capaci, non si guarda a quanto viene a costare. Le piu’ piccole E.cut tagliano uno spessore di 300 mm,, ed una macchina media ha corse di 800×630 mm., con portate fino a 3000 Kg.

Con un costo che va dai 30.000 ai 50.000 euro, con la possibilita’ di noleggiare una macchina con anticipo zero, per 60 mesi, e ricatto 1%, una E.cut e’ un investimento minimo per far rendere di piu’ le vostre macchine !

Qualità

Lanciata in Italia qualche anno fa con lo slogan “un nuovo modo di tagliare i metalli”, Ecut e’ stata per molte aziende una scoperta.

Alla spiegazione che la tecnologia era quella dell’ erosione a filo, molti restano perplessi, in alcuni casi delusi.

Ma quando analizzano a fondo le caratteristiche di Ecut, si rendono conto di cos’e’ nuovo. E’ nuovo il costo di esercizio.

La semplice e funzionale idea del tamburo che avvolgendo e svolgendo il filo ne permette l’uso senza gettarlo, e fa si’ che scorrendo 100 volte piu’ veloce si “autopulisca” la zona di taglio rendendo superfluo il lavaggio in pressione e la vasca ad immersione.

La mancanza di effetto botte rende la lavorazione precisa anche su spessori elevati, e senza necessita’ di ripassi.

L’ alta frequenza delle scariche a potenze meno elevate rende irrilevante l’incrudimento superficiale e l’innesco di microcricche.

Il liquido usato, un emulsione con normale acqua naturale preserva dalla ruggine, e non necessita di costosi impianti con resine scambiatrici di ioni.

L’inserimento dei percorsi di taglio direttamente da disegni in DXF o DWG, e una semplice tabella, un solo foglio, con i parametri di taglio ne rendono l’ uso agevole anche senza alcuna esperienza specifica.

Queste caratteristiche portano ad un costo di esercizio che rispetto ad una erosione a filo normale va da 10 a 20 volte meno.

E questo e’ il fatto nuovo.

Con questi costi e’ possibile l’utilizzo per lavorazioni ideali per l’erosione a filo, ma impossibili per l’alto costo. Gli esempi di questa new sono solo alcuni ma ogni giorno nuove applicazioni ci vengono suggerite.

Richiedeteci un preventivo di lavorazione. Vi forniremo un semplice foglio di calcolo con il quale potrete poi verificare i costi per altre vostre lavorazioni.

E.cut, opportunità per il conto terzi

Si espande l’utilizzo di E.cut presso asiende che effettuano lavorazioni conto terzi.

Sono infatti i terzisti, i piu’ attenti alle possibilita’ che nuove  tecnologie offrono per l’esecuzione di particolari prima ottenuti fresando, oppure tagliando con laser o ad acqua.

Nell’ambito di officine meccaniche convenzionali l’adozione dell’erosione a filo non viene vista favorevolmente, sia per l’alto costo di acquisto che per il notevole costo di esercizio.

Il costo orario risultante  ne rende troppo costosa ed improponibile l’adozione,anche quando la tecnologia dell’erosione a filo sarebbe la soluzione ideale per molte lavorazioni.
( Senza contare l’osticita’ di una tecnologia non comune al di fuori del settore stampi ).

La tecnologia E.cut , grazie alla sua semplicita’, ha costi di acquisto molto abbordabili, di entita’ da 3 a fino 10 volte inferiore a macchine simili.
I costi di esercizio insignificanti e di oltre 20 volte piu’ bassi, ( 0,40 €/ora contro 10/15 €/ora di una erosione a filo convenzionale ), aprono nuovi orizzonti, e nuove opportunita’. 
Sia per il commitente che per il terzista che ne comprendano a fondo il funzionamento.

Le caratteristiche di taglio di E.cut vengono esaltate quando ci sono da tagliare materiali ostici alla lavorazione meccanica, ( Inox,Inconel, Acciai ad alta resistenza, titanio, metallo duro,.). Niente utensili, niente mole, niente filo gettato, quindi costo utensile praticamente nullo.

Le prima immagine  e’ di una azienda americana per una sua sede in estremo oriente. (Li’ reparti con 40 macchine a filo tipo E.cut sono comuni ).

La seconda immagine e’ di una azienda dell’est europeo, mercato molto importante per queste macchine.

Ma le utime due sono di aziende Italiane.
L’ultima immagine e’ di una azienda che dopo un solo anno dall’acquisto della prima macchina, ( si vede, azzurra, dietro quella in primo piano),  ne ha acquistato una seconda.

VENITE A VEDERE COME NOLEGGIARE UNA ECUT !

E.cut, innovazione a costo zero

Dopo 1500 ore di lavoro, sei mesi circa, il costo di acquisto di E.cut e’ stato completamente e largamente ripagato !

E solo col riutilizzo degli sfridi che prima andavano in trucioli ! (oltre 50.000 euro )

Certo, l’erosione a filo !
Ma l’erosione a filo esiste da 50 anni. Perche’ non e’ mai stata usata ?

Per tre ragioni principali:

1) Perche’ il costo di acuisto di una erosione a filo che taglia spessori oltre i 200mm e’ notevole. ( Oltre 100.000 euro)

2) Perche’ il costo orario di esercizio e’ abbastanza elevato.(oltre 12 euro/ora)

3) Perche’ i tempi di lavorazione di una erosione a filo sono piu’ che doppi rispetto ad una lavorazione ad asportazione di truciolo.

L’insieme di questi fattori ne ha quindi impedito l’uso.
Specialmente l’ultimo fattore, il tempo di lavorazione, ne rende praticamente impossibile l’uso. Troppi pochi pezzi possono essere eseguiti mensilmente !!

Cosa cambia con E.cut ?

Che con il costo di una erosione a filo, si possono comprare due Ecut, spesso tre !!

E con tre Ecut si possono fare pezzi sufficienti ogni mese !

Se si considera poi che il costo orario di esercizio di una Ecut, per le 1500 ore di cui sopra, non supera i 500 euro, contro gli almeno 15.000 euro di una erosione a filo convenzionale, si vede come e quanto la scelta di Ecut sia innovativa.

Innovazione e’ spendere di filo, liquido e manutenzione 1000 euro in un anno al posto che 30000 !

Innovazione e’ recuperare fino a 100.000 euro all’ anno di materiale che prima andava in trucioli !

L’ innovazione tecnologica di E.cut e’ la precisione della lavorazione rispetto ad una macchina convenzionale ad un costo di esercizio 20 volte inferiore.

Senza bisogno di ripassi,con un singolo taglio anche con forte asportazione, la geometria e’ perfetta, senza bombature dovute all’ effetto botte.

La tecnologia E.cut “stressa” la superficie tagliata molto meno, e la presenza di microcricche superficiali e’ decisamente inferiore ad ogni altra erosione a filo.

VENITE A VEDERE COME AVERE UNA ECUT SENZA COMPRARLA

E.cut… perchè

Alla Camec di Palazzolo Milanese sanno bene cos’e’ la meccanica.
Da oltre cinquant’anni la battaglia con i centesimi ed i micron e’ quotidiana.Con i micron, perche’ alla sua nascita in Camec si costruivano miclometri, i “palmer” come dicono i meccanici, e per misurare i centesimi bisogna tenere d’occhio i millesimi.

Nel corso degli anni non c’e’ quasi settore della meccanica di alta precisione in cui l’azienda non abbia operato, con attrezzature e macchine utensili all’ avanguardia ed al massimo delle caratteristiche tecnologiche che il mercato poteva offrire.

Sempre pero’ a guidare le scelte dell’ ingegner Dall’Aglio il motto “qualita’ = conformita’ allo scopo”.

28 anni fa, quando acquistare una erosione a filo non essendo uno stampista era un po’ da pazzarelli,  e’ stata acquistata la prima, ma quando qualche anno fa l’ ingegnere e’ venuto a conoscenza di Ecut, l’ acquisto e’ stato immediato,. 
Pur essendo gia’ in possesso di tre erosioni a filo !

Alla base della scelta alcune considerazioni.

1) La grande maggioranza dei lavori di erosione a filo puo’ essere eseguita con Ecut con la stessa precisione di una erosione a filo normale, ma ad un costo fino a 20 volte inferiore.

2) Al costo orario di Ecut possono essere eseguiti un sacco di lavori non possibili al costo orario di esercizio di una erosione a filo normale.

3) Per molti particolari puo’ essere rivoluzionato il ciclo di lavoro utilizzando Ecut non solo al posto di una erosione a filo convenzionale, ma anche eliminando fresatura, brocciatura, stozzatura, e spesso anche la rettifica.

4) Se c’e’ l’esigenza di tagliare alti spessori la mancanza di effetto botte rende il processo con Ecut estremamente conveniente e competitivo. ( Chiavette su boccole o pulegge molto alte )

5) Pezzi molto alti e di spessore sottile possono essere ottenuti con un solo taglio con parallelismo perfetto, senza effetto botte.
Senza esigenza di ripasso, spesso impossibile perche’ il pezzo sottile si deforma dopo il taglio.

6) La mancanza di vasca ad immersione permette lavorazioni su pezzi di notevoli dimensioni.

Per ultimo l’investimento necessario.
Una macchina che taglia fino a 400×320 per uno spessore di 300 mm costa attorno ai 30.000 euro.

Tanto e’ grande la differenza di costo orario di esercizio che in meno di tre anni Ecut si e’ strapagata, ed e’ in previsione l’acquisto di una seconda.

Click qui, per vedere come noleggiare a lungo termine una Ecut.

Bresciani DOC

Si, perche’ i bresciani sono gente particolare.

Ok, hanno detto loro che Ecut e’ nient’altro che un seghetto. Ma loro le cose le vogliono capire, non sentirsele dire !

Quindi hanno cominciato a spulciare l’illustrato, riga per riga, dato per dato. Ed hanno visto che c’era scritto che la precisione e’ di 0,015 mm. Che il taglio viene perfettamente verticale, senza bombature anche su spessori oltre i 200mm.
Hanno valutato il costo orario dichiarato.
Non hanno parlato molto. Hanno chiesto di eseguire un loro pezzo.

Sono venuti a vedere la macchina mentre lo tagliava. E, si, li’, intanto che la macchina lavorava, girandole attorno, hanno parlato.
Molto.
Hanno domandato, hanno chiesto, hanno voluto vedere sotto, sopra, fuori e dentro.
Hanno voluto sentire il rumore, e sentirne l’ odore.
Si sono portati via il pezzo. L’hanno lasciato distendere per qualche giorno, poi l’ hanno controllato, misurato, radiografato.

Ed hanno ordinato due macchine !

Non diciamo che i bresciani sono particolari perche’ hanno comprato due nostre macchine, ma perche’ hanno dimostrato un pragmatismo che non sempre caratterizza l’ambiente meccanico.

Sappiamo che Ecut viene da molti considerata un seghetto, un traforo, ma per loro come viene chiamata non importa nulla. 

A loro interessa il risultato finale.

Costo zero per l’utensile

O quasi. L’ultimo cambio di filo infatti e’ avvenuto dopo piu’ di 200 ore di taglio. E’ stato lavorato titanio, rame, ed acciaio. Il costo di una “bobinata” di filo di 300 metri e’ di circa 15 euro, quindi il costo orario e’ di 0,075 euro all’ora. Con una erosione a filo convenzionale difficilmente si scende sotto i 2,5 euro/ora, cioe’ per 200 ore si spendono 500 euro di filo. Invece che 15 con E.cut !

Per ogni mese di lavoro, calcolando 400 ore di taglio, il signor Sala spende 30 euro, mentre i suoi concorrenti con erosioni a filo convenzionali ne spendono 1000 !!

Ma non e’ la sola ragione per essere soddisfatto. Il liquido di raffreddamento, a base di acqua naturale, preserva dalla ruggine. Non deve usare costose attrezzature in acciaio inox per fissare i pezzi. La bassa pressione e la mancanza di vasca gli permettono di lavorare pezzi di dimensioni ben eccedenti le dimensioni della tavola.

I percorsi di taglio possono essere generati a partire da file DXF, costruiti con qualsiasi sistema CAD. Non servono sistemi CAM, e post-processor.. Il CNC e’ un PC industriale con sistema operativo Windows XP. Con un semplice programma di telecontrollo la macchina puo’ essere controllata, e comandata dall’ufficio, o… da casa.

L’esperienza di Genesi, le modifiche e gli accorgimenti sia elettronici che meccanici apportati rispetto a modelli simili, hanno portato ad una precisione di lavoro perfettamente allineata a WEDM convenzionali. 
Su alti spessori i risultati sono addirittura nettamente superiori..

Plasma, Laser, Waterjet, EDM a filo o… E.cut?

Ciascuno di questi metodi di taglio ha settori specifici in cui e’ la migliore soluzione. Molte aziende che si occupano di taglio dei metalli possiedono una o piu’ di queste macchine,

Quasi sempre E.cut e’ una macchina complementare a quelle gia’ possedute grazie ad alcune caratteristiche che la rendono diversa.

Innanzitutto il costo di una Ecut. Uno dei modelli piu’ “piccoli”, il 32, che puo’ tagliare una figura di 400×320 mm fino a 300 mm di spessore, costa poco piu’ di 30.000 euro,( una erosione a filo convenzionale costa da 5 a 10 volte tanto )..

Il costo orario di esercizio, ( materiale di consumo, ricambi e manutenzione per un anno, potenza impegnata < 3KVA ), e’ in assoluto il piu’ basso tra tutti i metodi visti sopra.

Gia’ solo questi due fattori, che si possono riassumere in uno; Costo di esercizio + costo di ammortamento = 3 euro/ora lasciano intendere quanto sia rivoluzionaria la tecnologia E.cut.

E.cut non e’ quindi una alternativa ad uno di questi metodi, ma e’ ad essi complementare.

La capacita’ di tagliare pezzi di 300 mm di spessore gia’ dai modeli piu’ piccoli, ( alcuni modelli di E.cut tagliano spessori fino a 1000 mm !) e’ dove la differenza di costo rispetto a qualsiasi altro metodo e’ grande, spesso enorme.

Per alcuni possessori di E.cut il vantaggio competitivo significa acquisizione di nuove commesse, oppure guadagni notevoli !

Le caratteristiche di taglio preciso, ( +/- 0,015 mm ), perfettamente cilindrico, ( nessun effetto botte ne’ conicita’ ), senza alterazioni superficiali, ( niente indurimenti ne’ microcricche ), e completamente esente da bave, sono uniche di E.cut.

La recente adozione di un nuovo CNC, installato su un PC industriale con Windows XP, garantisce un eccezionale controllo del taglio. Condizioni di lavoro estreme, (riporti di metallo antiusura con soffiature ), vengono brillantemente gestite evitando la rottura del filo.

Il controllo remoto permette di controllare, verificare, e comandare la macchina dall’ufficio, oppure.. da qualsiasi apparecchio dove installato un software di remote control, ( IPad, Galaxy, .. tablet che vanno in rete ethernet !).

Erosione a filo NO, E.cut SI

L’erosione a filo e’ una tecnologia utile in qualsiasi attivita’ in cui si lavorano metalli. Il limite al suo uso generalizzato e’ dato dal prezzo e dal costo orario di esercizio.
Un costo oltre i 100.000 euro e’ normale per una macchina che taglia fino a150mm. Il costo orario poi, tra filo di ottone, acqua demineralizzata, resine, filtri, e manutenzione supera i 10 euro ora, che aggiunti all’ammortamento portano il costo orario a 20/25 euro ora.
Spesso non si hanno ore di erosione a filo che giustificano l’acquisto. Quindi si fa fare a terzi. Chiedendo per favore, aspettando, subendo,… e pagando !
A volte si sceglie la macchina usata, E spesso e’ un altro bagno di sangue. Tecnologie obsolete con costi di esecizio altissimi vengono riciclate nascondendosi dietro a prezzi dell’usato incredibilmente bassi.

Ma allo stesso prezzo si compra una E.cut !

Grazie ad una tecnologia ultramoderna che sfrutta appieno le possibilita’ dell’ elettronica, l’erosione a filo diventa facile, ed incredibilmente economica.
L’idea di base e’ l’utilizzo, anzi, il riutilizzo dello stesso filo. Il tamburo su cui una spirale di filo di acciaio al molibdeno si avvolge e svolge, permette una velocita’ di scorrimento dello stesso 100 volte superiore a quello di una erosione normale. Il risultato e’ che non serve lavorare a vasca immersa, non servono getti ad alta pressione, ne’ sofisticati sistemi di ritenuta e tensionatura del filo. In concreto, una struttura semplice e razionale, e.. molto importante, di costo enormemente inferiore.
Le piu’ pccole Ecut tagliano uno spessore di 300 mm, e le piu’ grosse arrivano a 800mm. E con un taglio perfettamente dritto, senza alcun effetto botte. ( a 100 mt/min di scorrimento, il filo si lava da solo !).La mancanza di vasca semplifica enormemente lo staffaggio. La lavorazione e’ a vista e sempre controllabile.
Il nuovo CNC BMXP utilizza un PC industriale con sistema operativo XP. La potenza dell’insieme garantisce un controllo della lavorazione elevata, e previene la rottura del filo. La messa in rete aziendale, permette tramite un programma di controllo remoto di controllare e comandare la macchina dall’ufficio,.. oppure da casa !
Ecut ha un costo di esercizio + ammortameno che non supera i 3 euro ora. Ecco perche’ sempre piu’ stampisti la stanno adottando !
Non solo come prima erosione a filo, ma anche per affiancare costosissime erosioni a filo, a cui oggi vengono fatte eseguire lavorazioni semplici ad un costo estrememente elevato.
La lavorazione di uno stampo di queste dimensioni e’ proibitivo con una erosione a filo convenzionale. Ecut 120×200 ha spostamenti X 2000, Y 1200 e Z fino a 1000, con una portata di 6000 Kg.

Duro, molto duro, e spesso sporco

E.CUT: News

La finitura di parti ricoperte da riporti antiusura, in cromo o metallo duro, presenta spesso difficolta’ notevoli.
Non solo, ma spesso il metodo stesso di riporto comporta la presenza di soffiature e bolle contenenti scorie che ostacolano gravemente sia la lavorazione meccanica che la lavorazione con erosione a filo.
Quest’ ultima e’ la preferita quando si hanno profili passanti, per la sua precisione e per il buon grado di finitura ottenibile.

Purtroppo pero’ le soffiature, con il loro contenuto spesso non conduttivo, causano la rottura frequente del filo e rendono la lavorazione lenta e fastidiosa.
L’infilaggio automatico di cui sono dotate alcune erosioni a filo per le stesse ragioni funziona poco e spesso non funziona del tutto. Pezzi che dovrebbero essere eseguiti in poche ore si prolungano, con mancata produzione, ed in definitiva quindi costosa e non piu’ conveniente.

Il nuovo CNC che gestisce E:cut e’ installato su un PC industriale con sistema operativo Windows XP a 32 bit. ( I sistemi precedenti operavano in DOS, oppure sotto Windows 98 ).

La maggiore velocita’ del sistema operativo ha portato ad un controllo del taglio estremamente efficace. L’impostazione della lavorazione per cui se ci sono difficolta’ di taglio il filo arretra e riprova piu’ volte, elimina la rottura del filo.

Il nuovo CNC che gestisce E:cut e’ installato su un PC industriale con sistema operativo Windows XP a 32 bit. ( I sistemi precedenti operavano in DOS, oppure sotto Windows 98 ).

La maggiore velocita’ del sistema operativo ha portato ad un controllo del taglio estremamente efficace. L’impostazione della lavorazione per cui se ci sono difficolta’ di taglio il filo arretra e riprova piu’ volte, elimina la rottura del filo.

XP permette inoltre la messa in rete Ethernet del PC, quindi installando un programma di controllo remoto, e’ possibile controllare l’andamento del taglio, ma, cosa molto importante, e’ possibile comandare da remoto la macchina, quindi, nel caso di fermata, si puo’ impartire un ulteriore arretramento, e normalmente si fa proseguire la lavorazione anche senza essere presenti.

Test effettuati hanno portato alla riduzione di 4 volte del tempo di esecuzione di una serie di pezzi. Il costo orario intrinseco di Ecut, di circa 10 volte inferiore rispetto ad una erosione a filo convenzionale, ha ridotto il costo di circa 40 volte !!

E.cut e Green Economy

CO2, Effetto serra, Biodiesel, Eolico, Solare… queste sono le parole magiche che la pubblicistica usa per riempire i media… e le proprie tasche.
Dobbiamo avere l’auto ibrida, ma nessuno ci dice quanto costa cambiare le batterie. Il pannello solare e’ obbligatorio se dobbiamo rifare il tetto, ma quanto costa veramente la manutenzione?. Possibile che un tunnel per l’alta velocita’ crei cosi’ tanto baccano e nessuno dice niente per le devastanti pale eoliche che deturpano il nostro paesaggio? E tutte queste fonti pseudo alternative non hanno forse il solo effetto di fare aumentare l’estrazione di petrolio, aumentando l’inquinamento, ed il guadagno di qualche califfo ?
E tutto cio’ e’ chiamato Green Economy !!!

Come dovrebbe essere chiamata allora la tecnologia E.cut ?
Poche macchine utensili hanno caratteristiche simili.
1) Basso consumo corrente, max 3 KVA
2) Uso acqua naturale  con additivo vegetale completamente biodegradabile
3) Sfruttamento massimo del materiale grazie ad un taglio di soli 0,2 mm.
4) Recupero e riutilizzo di sfridi fino a dimensioni minime, ( vedi metalli costosi o preziosi)
5) Niente trucioli

.

Questi argomenti sono solo una parte, la piu’ evidente, per applicare la parola Green Economy ad E.cut.
In realta’  e’ la tecnologia in se’ che e’ rivoluzionaria, e porta a guadagni e risparmi inaspettati. E’ la tecnologia del taglio ad erosione ad un costo cosi’ basso, ( 20 volte inferiore ad una erosione a filo) che e’ Green.
E’ la possibilita’ di eseguire pezzi con cicli radicalmente diversi, di costo incredibilmente inferiori che e’ Green.


E.cut vi permette di “FAREGreen Economy,
nella vostra azienda,
ed il guadagno, di metterlo

nelle vostre tasche !

.

Piccole produzioni a bassi costi

Questi dentini, di piccole dimensioni ed in materiale particolarmente duro, dovrebbero essere ricavati da un profilato ad hoc, da cui tagliare i pezzi.
Il problema e’ che non ci sono i quantitativi !
Il costo della trafila, ed un minimo di produzione di trafilato sarebbe proibitivo per produrre poche centinaia di questi pezzi.
La precisione richiesta rende il costo per ottenerli di lavorazione meccanica molto alto. Laser e taglio ad acqua non garantiscono tolleranze e rugosita’, quindi la possibile soluzione e’ l’erosione a filo.
Qualsiasi erosione a filo convenzionale ha un costo di esercizio, ( filo, acqua distillata, resine scambiatrici di ioni, filtri, e.. manutenzione ) che va dai 10 ai 15 euro/ora.
Il costo di ciascun pezzo e’ quindi di circa un euro. 500 pezzi costano 500 euro.

Ecut ha un costo di esercizio che non supera i 40 centesimi all’ora, quindi, abbondando, ciascun pezzo costa neno di 5 centesimi. 500 pezzi costano 25 euro !!

 

La differenza di costo non e’ pero’ il solo vantaggio.
Con Ecut la lavorazione “aperta”, cioe’ non in vasca immersa come le erosioni a filo convenzionali, rende le attrezzature di fissaggio estremamente semplici, poco costose, e facili da piazzare. Si possono eseguire lavorazioni durante il giorno, e lasciare la macchina “in produzione” la notte !
Altro aspetto importante e’ che il costo NON dipende dal quantitativo da eseguire. Produrre 10 dentini o 5000 dentini ha un costo per dentino sempre uguale.
Il quantitativo economico di produzione e’ 1
! Quindi non bisogna metterne sotto almeno 500 (o 5000), altrimenti costano troppo.
Se vi servono 224 pezzi, producetene 224, non 5000 !

Battiamo gli orientali con le loro armi !

The JOLLY Machine

E.cut non e’ solo una macchina utensile. Il “concetto” E.cut la rende un autentico Jolly nelle lavorazioni meccaniche.

“Concetto”, perche’ il rapporto costi / prestazioni rende possibile l’utilizzo di una tecnologia conosciuta ed apprezzata da lungo tempo, l’ erosione a filo, in settori nei quali l’ alto costo ne precludeva l’ uso.

il signor Taglietti, titolare della ATF Stampi, non avrebbe mai comprato una erosione a filo. Costo di acquisto e di esercizio troppo elevati per le sue necessita’ di tagliare saltuariamente sagome su spessori fino a 300 mm.

Il “concetto” Ecut di usare sempre lo stesso filo, e la sua semplicita’ costruttiva rendono invece la macchina economica, e “possibile”

Alla IRTI, i signori Facchini, meccanici di razza antica, hanno deciso l’acquisto della macchina appena l’hanno vista. Senza sapere esattamente per cosa. Il “concetto” di un punto che taglia qualsiasi materiale metallico, con qualsiasi profilo, inserito direttamente in macchina dal CAD, e’ stato recepito, “carpito” al volo. Pochi giorni dopo l’installazione tagliavano chiavette per le quali i tempi di consegna erano lunghi, oppure utensili per filettare il cui costo d’acquisto era decine di volte superiore !

Ecut e.. tornitura

 A prima vista sembrerebbe che in una torneria, specie in una torneria automatica ci siano poche o niente ragioni per avere una Ecut, una erosione a filo. Anche noi lo pensavamo, fino a quando il signor Cottarelli non ci ha fatto cambiare idea, comprandone una.
Con oltre 60 tra torni automatici, torni a fantina mobile, torni plurimandrino, torni a controllo numerico, con macchine di oltre 40 anni, e macchine modernissime, la CTA di Gordona (Sondrio), ben rappresenta le centinaia di aziende di questo tipo sparse in Italia.

“No, facciamo tornitura, non siamo stampisti. Non ci serve l’erosione a filo”. Questa e’ la reazione standard.

Il signor Cottarelli invece ha voluto vedere Ecut in lavoro, e si e’ chiesto cosa avrebbe potuto farci lui!
Con occhio disincantato e libero da convenzioni ha considerato questo filo che in 2 decimi taglia qualsiasi materiale metallico di qualsiasi durezza. E verificato costo della macchina e costo di esercizio, ha deciso di acquistarla.
Oggi ha relegato in soffitta alcune sofisticate affilatrici con le quali costruiva e riaffilava gli utensili. Il vantaggio, specie per gli utensili profilati e’ incalcolabile.

Con Ecut, direttamente dal profilo in DXF del pezzo ricava l’utensile. Perfettamente spogliato in tutte le pareti, non solo frontalmente. Pronto ad andare in macchina… con raggi da 0,1, impensabili con mole.

Basta mole, proiettori di profili, Diaform e simili. Basta polvere, e basta persone che passano ore in affilatura… e dita scottate.

Uno dei costi piu’ elevati in azienda e’ stato abbattuto drasticamente!

La facilita’ nel generare utensili profilati ad un costo irrisorio permette l’utilizzo di vecchie ed abbondantemente ammortizzate macchine per lavorazioni eseguibili da sofisticate macchine a controllo numerico.
Questi scacchi, per esempio, sono prodotti con un normale tornio parallelo con utensili profilati, ad un costo praticamente nullo!

La contrazione dei quantitativi rende oggi spesso il costo degli utensili sproporzionata. Filettature con passi speciali comportano l’acquisto di “scatolette” da 10 inserti del costo di centinaia di euro. Spesso poi questi inserti non vengono piu’ usati… e restano li’ in magazzino!

Con Ecut l’uensile puo’ essere velocemente ricavato da un semplice brasato, o da un inserto standard, ad un costo irrisorio, nel quantitativo strettamente necessario, e… riaffilato in un attimo.

E.cut per pezzi di grandi dimensioni

E.cut mini anche per pezzi maxi

Ecut lavora senza vasca ad immersione. Il lavaggio e’ a caduta, ed a bassa pressione, quindi i pezzi possono essere di dimensioni anche notevolmente superiori alla tavola di lavoro. Il filmato che segue e’ un esempio.

Questo pezzo lungo oltre 1400 mm richiede una cava da 30×120 mm sullo spessore di 150mm. La lunghezza richedeva una macchina ad erosione di dimensioni notevoli, e quindi di costo orario estremamente elevato. Non solo, ma tutti i fori dovevano essere ermeticamente chiusi per impedire il depositarsi sui filetti di particelle erose, e l’arruginimento certo e rapido.
Ecut utilizza acqua con emulsione che non comporta ossidazione .

L’alta velocita’ di scorrimento del filo e l’assenza di liquido ad alta pressione eliminano l’effetto botte che compare su alti spessori con WEDM convenzionali.

Il costo della lavorazione con Ecut e’ talmente inferiore a quello possibile con erosioni convenzionali che il risparmio ottenibile con l’esecuzione di poche decine di pezzi ne ha permesso l’acquisto

Alta precisione,.. Basso costo !

La precisione garantita da E.cut e’ di  +/- 0,015 mm. Una precisione in cui cadono la maggior parte delle lavorazioni meccaniche.

Quasi sempre una precisione di questo tipo e’ il risultato di lavorazioni di sgrossatura e di finitura. Anche nel caso di erosione a filo convenzionale, quando si hanno spessori oltre i 100 mm., entra in ballo l’effetto “botte”, per cui nella zona centrale il taglio risulta piu’ largo a volte anche di qualche decimo. E’ necessario quindi un ripasso.

E.cut, grazie alla sua tecnologia di riutilizzo del filo permette una velocita’ di scorrimento talmente alta, che l’effetto botte sparisce, quindi con una sola passata il taglio e’ perfettamente a misura. Dimensionale, e geometrica.
Lo spessore di taglio, ( dai 300 mm. della piu’ piccola, agli 800 mm. della piu’ grande ), non influenza minimamente la precisione,

Nella figura a lato, la boccola di 330 mm di altezza richiede una scanalatura di 12mm di larghezza per 8mm di profondita’, ed il risultato e’ entro il centesimo.
Nessun
utensile, nessun attrezzo per la presa, programma semplicissimo.

Al di la’ del puro costo, irrisorio con E,cut, la difficolta’ che una lavorazione simile presenta, sconsiglia spesso il progettista, e quando non e’ possibile fare altrimenti si va con l’erosione a filo. Macchine che lavorano cosi’ alti spessori non sono pero’ in possesso di molti, ed il costo diventa molto alto. Spesso proibitivo.

L’icredibile rapporto precisione/costo di E.cut apre nuove possibilita’ gia’ a livello di progettazione dei pezzi.

Un’altra? Perche’ ?

ZABER 50 anni all’avanguardia, … e di scelte non convenzionali !
( click qui per vedere il sito ZABER )

Si, perche’ quando il signor Zaro ed il signor Bertolli, i due soci, oltre due anni fa presero la decisione, tra i primi in Italia di aquistare una E.cut, ed una delle piu’ grosse, lo scetticismo traspariva tra i collaboratori.

Ma 50 anni di ferro non scorrono per niente nelle vene, e portano ad una capacita’ di analisi scevra da condizionamenti e luoghi comuni.

A fronte di lavorazioni effettuate da sempre in un certo modo, Ecut rappresentava sulla carta qualcosa di completamente nuovo.
Chiavette su pezzi di grandi dimensioni, fori quadri alti e stretti, dentature interne su grandi bronzine, erano pezzi gia’ precedentemente eseguiti, e di cui si conoscevano tempi e difficolta’. Il costo decisamente limitato di Ecut rendeva inoltre la decisione meno “eroica”.

In pochi mesi sono arrivate le conferme, ed appena la  macchina ha cominciato ad essere “piena” , e’ stata presa la decisione di acquistarne un’altra !
La piu’ grande in produzione!
Una Ecut 120 con corse di lavoro di 1600×1200 mm, una altezza di taglio fino ad 800 mm, ed una capacita’ di carico di pezzi fino a 3000 Kg.

 L’impegno economico e’ un po’ maggiore, ma dopo due anni di esperienze, dopo confronti con ” come si faceva prima “, la scelta e’ stata molto meno sofferta.
La possibilita’ di eseguire anche piccole lavorazioni, nonostante le dimensioni della macchina, ha favorito la decisione di prendere la piu’ grande.
Non necessitando dell’operatore
,con un solo piazzamento, da una grande piastra piu’ pezzi possono essere tagliati, sfruttando notti, sabati, e domeniche.

Pochi, complicati… e subito.

Queste due corone dentate stavano diventando un problema ! Il modulo non e’ standard, e non c’e’ il creatore pronto. Come al solito il cliente  ha bisogno subito.
Certo, una fresatrice a CN, e via. Pero’ lo spessore, ed il materiale particolarmente ostico ne fanno lievitare il costo, al punto da renderlo quasi proibitivo.
L’elettroerosione a filo, quindi. Ma che chi la possiede non e’ li ad aspettare voi,… e poi una erosione a filo ha il suo bel costo!

In molti settori non ci sono grandi numeri, ed Ecut  che tra costo di esercizio e costo di ammortamento  non supera i 3 €/ora rappresenta una soluzione  insuperabile.
Se vi trovate in concorrenza con chi possiede una Ecut, in situazioni simili non avete scampo. L’ordine lo prende lui.

Lasciate perdere gli sterili luoghi comuni sui cinesi che vivono con un pugno di riso. Guardate le immagini qui a fianco. Noterete lo sporco, che e’ quello che salta subito all’occhio!
Ma li’ ci sono solo due persone ( due !! ) che fanno andare 19 macchine, che lavorano giorno e notte. Le macchine, non le persone. Loro fanno le loro 8 ore, come ovunque. Pensate invece  quanto costano a voi le persone qui in Italia !!

Tornando alle due corone da cui siamo partiti, il cliente e’ arrivato al pomeriggio alle 16, ed alle 21 le sue corone erano finite! La mattina successiva se le e’ portate via !
Due ore e trenta minuti per i sedici denti su 200 mm di diametro , con geometria perfetta, tagliati senza bava alcuna, e senza incrudimenti superficiali !
Se fossero stati dieci pezzi, meglio ancora ! La piu’ piccola Ecut taglia fino ad uno spessore di 300 mm. Quindi messi uno sopra l’altro, un solo piazzamento e per 30 ore la macchina avrebbe lavorato.. da sola.
Il costo totale e’ di circa 7,5 euro… ma il cliente e’ stato ben contento di pagarne 50 !!

Tubi sottili, non e’ sempre facile

Quanto costa una sbavatura !

Spesso in produzione si sbatte il naso con problemi di apparente semplicita’ ma sottovalutati a livello di costo.
La lavorazione di tubi di spessore sottile, quale che sia il materiale,, ma specialmente quando costoso e di valore, rende necessari accorgimenti e cure che fanno lievitare i costi.
Tubicini di qualche decimo di spessore non possono essere stretti senza criterio, pena la deformazione. Devono quindi essere studiate pinze sagomate ed attrezzi particolari, speciali, e come tali costosi.
Il taglio con metodi convenzionali, ma anche con laser, acqua, etc. lascia sempre bave o microbave la cui eliminazione accurata e’ di costo quasi sempre notevolmente superiore al taglio stesso.
Se poi il taglio non e’ rettilineo, ma ha un profilo, si impone l’adozione di  stampi di tranciatura.

In presenza di grandi lotti, il tutto si giustifica, ma quando non ci sono grandi quantitativi, la faccenda si fa complicata.
L’ellettroresione e’ gia’ adottata da decenni per il taglio dei  tubicini degli aghi ipodermici, ma li’, i numeri altissimi hanno giustificato l’uso di macchine ad elettroerosione a filo speciali.
Il taglio con erosione a filo sarebbe l’ideale. Nessuna necessita’ di stringere il pezzo, basta tenerlo fermo. Nessuna bava, taglio netto e preciso, e , dati gli spessori molto sottili, anche brevi tempi di taglio.
Il problema e’ l’alto costo orario di esercizio, e la non dmestichezza di tali macchine con gli uomini di produzione. ( Non sono tutti stampisti ! ).

E.cut rappresenta una rivoluzione.

Il costo orario di esercizio da 10 a 20 volte inferiore a quello dell’erosione a filo convenzionale, l’estrema semplicita’ di gestione, ed ancor di piu’ la facilita’ di utilizzo alla portata di qualsiasi operaio,  ne rendono imbattibile l’adozione in questi casi.

Incredibile taglio di 4 tubi in acciaio inox sovrapposti. Taglio praticamente impossibile con una erosione a filo convenzionale, se non con bassissime velocita’ di taglio.

Materiali difficili ? Non e’ cosi’ facile !!

Certo, gli utensili di ultima generazione hanno spesso aiutato a risolvere il problema della lavorazione ad asportazione di truciolo su materiali difficili, quali acciao inox, titanio, inconel, monel, rene’, ecy..,….
La lavorazione di leghe la cui caratteristica e’ di incrudirsi alle alte temperature sviluppate dal taglio, e’ comunque da affrontare con molta attenzione, perche’ gli sbagli costano cari, molto cari, dato l’alto costo del materiale.

L’usura, la rottura, e quindi il costo degli utensili incide spesso in modo imprevisto. I rischi, e la “rognosita’” della lavorazione di questi materiali porta a preventivi che tengano conto di tutto cio’, e quindi a costi finali elevati, ed alla perdita di commesse che sarebbero peraltro interessanti.I trucioli inoltre, spesso non vengono riconosciuti per il valore che hanno comportando una perdita che per materiali cosi’ costosi non e’ trascurabile.

L’ erosione a filo sarebbe la soluzione ideale: nessuna influenza della tenacita’ e durezza del materiale, assoluta precisione delle lavorazioni, niente utensili rotti o consumati, niente trucioli, ma sfridi rivendibili al costo.
Purtroppo l’elevato costo orario, ( dai 5 agli 8 euro/ora di solo costo di esercizio !), ne rende impraticabile l’ adozione !

La lavorazione con E.cut rappresenta in questi casi una soluzione “magica” e rivoluzionaria.
Il costo orario di meno di 0,4 €/ora di E.cut e’ la base della “magia” che porta il costo della lavorazione di questo pezzo a meno di un decimo rispetto alla fresatura precedente.
Preciso, pulito e senza bave. Una soluzione impeccabile.

La tecnologia E.cut, con la possibilita’ di tagliare spessori fino a 300 mm gia’ con le macchine piu’ piccole permette di rivoluzionare e di affrontare in modo totalmente nuovo il “processo” per l’ottenimento di certi pezzi. 

Erosione usata o Ecut nuova ?

Queste potrebbero essere le espressioni di chi ha acquistato una Erosione a filo usata invece che una Ecut.

L’ironia e’ evidente, ma alcune semplici considerazioni rendono le immagini molto plausibili.

La tabella seguente, permette di comparare, in un unico e sintetico dato la ragione.

Per l’erosione a filo sono considerati: Filo, acqua distillata, resine scambiatrici di ioni, cartucce filtranti, parti di usura. Sono stati calcolati i costi di manutenzione annua come se la macchina fosse nuova, mentre il rischio con una macchina usata e’ molto superiore, ed a costi piu’ alti.

Per Ecut sono considerati : Filo, liquido/sapone da emulsionare con acqua normale, parti di usura, e manutenzione ordinaria. ( praticamente inesistente per diversi anni su macchina nuova)
Risulta evidente che considerando un uso di 3000 ore, (valore abbastanza basso per una erosione, macchina che opera giorno e notte), la differenza di costo di gestione e’ di oltre 10.000€/anno.

Altri fattori vanno poi considerati:

1) La gestione di una erosione a filo e’ molto piu’ complessa ed impegnativa che la gestione di Ecut.

2) Ecut e’ piu’ precisa di una erosione a filo usata.

3) La piu’ piccola Ecut taglia fino a 300mm di spessore. Nessuna erosione a filo che tagli questo spessore puo’ costare, anche se usata, meno che una Ecut nuova,

4) Ecut permette di sovrapporre pezzi da tagliare, non soffrendo dell’effetto botte.

5) Ecut non lavora con vasca ad immersione, quindi possono essere effettuati tagli anche su pezzi di notevoli dimensioni.

6) La tecnologia Ecut non provoca incrudimenti superficiali, ne’ innesco di microcricche, permettendo l’uso anche in settori in cui l’erosione a filo normale e’ proibita. ( Aviazione ).

7) Al prezzo di qualsiasi erosione a filo usata, ( in buone condizioni ), e’ possibile acquistare una Ecut con possibilita’ di taglio, X,Y,Z, notevolmente superiori

Prendersi l’ordine !

Perfetti ed impeccabili

Di fronte ad un pezzo di questo genere ( circa 60×40 mm x 4mm spessore) qualsiasi buon meccanico si ferma a riflettere.

La prima domanda che si pone riguarda la mente di chi l’ha progettato !

Accertatisi che va fatto cosi’, si comincia a pensare a come farlo. Centro di lavoro, broccia per la dentatura del foro, dentatura della semicorona,.. Se poi il materiale e’ ostico, oppure deve essere trattato la faccenda si complica ulteriormente.

Alla fine resta solo l’erosione a filo. Se la si possiede gia’, va bene, altrimenti con lavorazioni tradizionali e’ un bel grattacapo,

Con l’erosione a filo pero’ il costo e’ comunque elevato. I tempi di asportazione sono quelli che sono, i tempi di piazzamento, con la necessita’ di rispettare orientamenti e fasi, anche. Se mettiamo troppi pezzi uno sopra l’altro per guadagnare un po’ di tempi, c’e’ l’insidia dell’effetto botte, quindi la precisione va a farsi benedire…

Se il vostro concorrente possiede una E.cut, quasi certamente l’ordine lo prende lui !

Con E.cut infatti si possono tranquillamente “impaccare” una cinquantina di pezzi e tagliarli tutti in un colpo solo.
Non essendo presente l’effetto botte, dal primo all’ultimo staranno nel paio di centesimi di tolleranza.

Aggiungete che il costo orario di esercizio e’ oltre dieci volte inferiore, quindi anche effettuando ripassi per portare la rugosita’ fino a 0.8 Ra, il costo finale sara’ comunque estremamente basso.

Il costo a voi.

Se al vostro cliente lo fate pagare la meta’ di quanto gli costerebbe con una filo convenzionale, lui e’ molto contento, e voi ci guadagnate comunque mica male!

Probabilmente e’ per questo che chi possiede una E.cut non ci tiene molto a farlo sapere !

Nessun incrudimento superficiale, ne’ microcricche !

L’esecuzione degli alloggiamenti  delle schede elettroniche nei cestelli (rack) , trarrebbe grande vantaggio dalla lavorazione con l’erosione a filo. Questa lavorazione pero’ e’ invisa ai progettisti di materiale aeronautico, e da chiunque debba realizzare pezzi che verranno sottoposti a sollecitazioni estreme ed a rischio di rottura.
Per molti l’ostilita’ e considerata senza fondamento, ma in realta’ le ragioni ci sono. L’ elettroerosione infatti, proprio per il suo principio di funzionamento, provoca incrudimento superficiale, e microcricche molto pericolose perche’  innesco di possibili rotture. Il fenomeno e’ ben conosciuto da stampisti e da chi produce matrici per estrusione.

La tecnologia E.cut e’ sostanzialmente quella dell’erosione a filo, ma la peculiarita’ di poter far scorrere il filo da 60 a 100 volte piu’ veloce, permette di aumentare il numero di scariche per secondo, e diminuirne l’intensita’. Il risultato e’ uno “stress” del materiale molto inferiore.

Approfondite analisi di laboratorio condotte in uno dei piu’ famosi centri di ricerca e prove materiali italiani, ha rilevato sullo stesso materiale (ERGAL 7075) “.. la presenza di un leggero strato deformato/incrudito..” per la lavorazione con elettroerosione a filo convenzionale, ed invece “..l’assenza di alterazioni microstrutturali..” per la lavorazione con E.cut.

La possibilita’ di far scorrere il filo cosi’ veloce e’ data dal fatto che il filo non e’ a gettare, ma si avvolge/svolge su un tamburo, venendo utilizzato per lunghissimo tempo. Il costo del processo e’ drasticamente abbattuto.
Anche nel caso in cui le problematiche relative alle cricche ed all’incrudimento non siano rilevanti, il costo dell’esecuzione di un cestello si riduce con E.cut da 10 a 20 volte rispetto all’erosione a filo convenzionale.

Metallo duro e diamante – Inserti, placchette e profili nella lavorazione del legno

L’esecuzione di profili su inserti in metallo duro o in diamante e’ ormai da anni eseguita anche con macchine ad elettroerosione a filo, specie per quantitativi che non giustificano la produzione di inserti gia’ profilati da sinterizzazione.

Nel settore dei mobili, dei serramenti, ed in genere nella lavorazione del legno, la necessita’ di variare frequentemente i modelli prodotti e di inserirne di nuovi, richiede ai costruttori di utensili una rapidita’ nell’evasione delle richieste , le quali inoltre, sempre piu’ spesso sono per  quantitativi anche limitati.

L’adozione dell’erosione a filo e’ stata quindi per molti una scelta obbligata, e sovente l’acquisto di una macchina usata ha risolto il problema.

Ma, al di la’ del risparmio alll’acquisto, rispetto ad una nuova, una macchina ad erosione convenzionale ha comunque  un costo di esercizio, specie se vecchia, notevole.
Tra acqua distillata, filtri, resine scambiatrici di ioni, parti di usura, e, piu’ importante di tutti, filo in ottone, si va dai 4€/ora agli 8€/ora ed oltre. Quindi il costo giornaliero va dai 50 ai 150 euro al giorno a seconda delle ore di lavoro.

Con E.cut il costo di esercizio non supera mai i  0,4€/ora !!.

Il conto e’ quindi presto fatto. Il costo giornaliero, anche nel caso di lavoro continuo di 24 ore, non supera i 10 euro.
Non ci sono trucchi o misteri. Il semplice fatto di non gettare il filo, (vedere nel sito le caratteristiche tecniche e funzionali), permette di farlo scorrere a 600 mt/min al posto che a 6mt/min. Non serve piu’ acqua distillata, filtri, resine, ne’ altro.

Paradossalmente, se il concorrente possiede E.cut, ha prezzi piu’ bassi,  guadagna di piu’, e…  si prende il mercato !!

Taglio settori di lame di presse piegatrici

Per esempio le lame delle presse piegatrici, oppure le lame delle pialle per il legno.
Il taglio a misura di spezzoni di pezzi gia’ temperati, o anche solo induriti in alcuni punti rappresenta un costo notevole.
Il taglio effettuato con dischi abrasivi non e’ preciso, e rinviene la zona di taglio. E’ necessario quindi lasciare un certo sovrametallo, con il duplce scopo di portare a misura tramite rettifica, e togliere la parte rinvenuta.
Il taglio e’ veloce, la rettifica un po’ meno, ma quasi sempre le due fasi sono attuate effettuate manualmente, e richiedono personale qualificato, nonostante la loro semplicita’.

Spesso si utilizza l’erosione a filo, la quale ha il vantaggio di non fare rinvenire il materiale, ed ottenere un taglio preciso e geometricamente accurato. Il costo orario di esercizio, ( filo, acqua demineralizzata, resine scambiatrici di ioni, filtri,etc.), ne limitano grandemente l’impiego. Solo nel caso in cui la macchina sia senza lavoro, chiudendo gli occhi sui costi, la si utilizza per questo scopo.

E.cut rappresenta una soluzione rivoluzionaria! Oltre alle caratteristiche di una macchina ad erosione a filo, presenta alcuni notevoli vantaggi.

-Non si lavora ad immersione, quindi i pezzi possono fuoriuscire dal bancale.
-Lo spessore massimo di taglio e’ di 300mm gia’ dai modelli piu’ piccoli, permettendo di sovrapporre piu’ lame.
-Il costo orario di esercizio non supera i 0,4 €/ora, contro i 4 €/ora delle piu’ economiche erosioni a filo convenzionali.
-La gestione e la manutenzione sono estremamente semplici, e non necessitano di competenze specifiche.
-Il costo di acquisto di una Ecut e’ da 4 a 8 volte inferiore ad una erosione a filo convenzionale.

Sono realizzabili macchine che possono tagliare fino ad 800 mm di altezza.

Scavare piastre portastampi, eseguire cave profonde.

Scavare una piastra per ricavare la sede di tasselli e’ una lavorazione basilare nell’esecuzioni di stampi.
Di qualsiasi tipo essi siano, per lamiera, plastica, o pressofusione, l’esecuzione di estese cave, specie quando la profondita’ comincia a diventare elevata, impegna grosse macchine e costosi utensili .
Spesso non sono macchine sofisticate e costose, ma proprio per questo necessitano della presenza dell’operatore. E gli operatori si, sono quasi sempre costosi.

La scomposizione in due piastre, una di fondo, ed una per la cava, permette di utilizzare l’erosione a filo, ma solo avendone una, li,’ ferma ed inutilizzata.
In molte aziende, dove l’elettroerosione a filo c’e’, a volte lo si fa, senza badare troppo ai costi, e con molte limitazioni.
Non sempre le dimensioni della piastra stanno nella vasca della macchina.
Se lo spessore da tagliare va oltre i 150 mm cominciano a diminuire le macchine che possono lavorarlo, e quelle che possono farlo costano di piu’.
Il costo orario di gestione, ( filo di ottone, acqua distillata, resine, cartucce filtranti, etc ), e’ giustificato per lavori con elevate esigenze di precisione e finitura, ma per l’esecuzione di una semplice cava, spesso sono proibitivi.

E.cut non lavora ad immersione, quindi le piastre possono anche “uscire” dal bancale.
Lo spessore massimo che puo’ essere tagliato parte dai 300 mm per le macchine piu’ piccole, fino ai 500 / 600 mm delle piu’ grandi..
Il filo non e’ “a gettare“, e scorre ad una velocita’ di 100 volte superiore ad una normale erosione a filo. Non serve acqua demineralizzata, ne’ resine scambiatrici di ioni, ne’ cartucce filtranti.
I costi orari di gestione sono 10 volte inferiori, non superando i 0,40 €/ora.
Alla velocita’ di oltre 600 mt/min, contro i gli 8 mt/min di una erosione a filo, il filo si “auto pulisce”, eliminando il fastidioso effetto botte.
Le pareti possono essere parallele, oppure inclinate, e con la stessa semplicita’ con cui viene eseguita una cava rettangolare, possono essere eseguite cave con qualsivolglia profilo.
I contorni da tagliare possono essere generati direttamente in macchina tramite la parte CAM del CNC, che immessi direttamente in formato DXF.

Molle… e materiale per molle

Le difficolta’ nella lavorazione meccanica ad asportazione dell’acciao per molle e’ ben conosciuta, ed affrontata sempre con riluttanza.

Quando e’ assolutamente necessario, solitamente quando servono campionature o piccole serie di pezzi, i costi finali sono elevati ed i risultati poco soddisfacenti, sia per la difficolta’ di mantenere la precisione, sia perche’ le lavorazioni ad asportazione, ( foratura, fresatura, tornitura, ..) “stressano” a tal punto il materiale da compromettere la funzionalita’ finale.

La soluzione spesso adottata e’ il taglio con l’elettroerosione a filo convenzionale. Spesso e’ l’unica soluzione ma il costo ne limita comunque notevolmente l’adozione.

La tecnologia Ecut apre possibilita’ completamente nuove.

Il costo orario di esercizio estremamente basso ( oltre dieci volte inferiore a quello della elettroerosione a filo convenzionale ) e’ il fattore piu’ importante.

Se infatti tagliare un pacco di 50 dischi da 50mm di diametro con l’erosione a filo convenzionale costa (*) attorno ai 60 euro, con Ecut non supera i 6 euro !

Altri due fattori sono pero’ importanti.

Il primo e’ che la tecnologia Ecut non provoca incrudimenti superficiali e microcricche, ( assolutamente proibite in vari settori, quali l’aeronautico, i raggi X, etc ) che sono particolarmente nocivi nel caso di molle.

Il secondo e’ che anche il modello piu’ piccolo di Ecut puo’ tagliare spessori fino a 300 millimetri. Chiaramente le molle sono di pochi millimetri di spessore, ma un cosi’ grande spessore di taglio permette di lavorare “colonne” di centinaia di pezzi al colpo, riducendo ulteriormente il costo, e rendendo interessante anche l’esecuzione di qualche migliaio di pezzi senza dover affrontare la costruzione di stampi.

(*) costo orario di esercizio = costo ammortamento+ costo utensile + costo parti di usura e di consumo + costo manutenzione

Con E.cut il costo e’ il 90% in meno. Ecco un esempio.

I pezzi nell’immagine sono contatti in rame. Nel caso specifico non se ne debbono produrre in quantitativi tali che giustifichino l’investimento in uno stampo di tranciatura.
Non solo, ma la campionatura di qualche decina di pezzi se eseguita tramite lavorazioni meccaniche convenzionali, taglio e fresatura, presenta difficolta’ che ne fanno crescere notevolmente il prezzo.
I due tagli che separano i contatti dovevano essere di larghezza massima di 0,2 mm, quindi anche la lavorazione con erosione a filo convenzionale avrebbe avuto oltre al gia’ elevato costo, un ulteriore costo dovuto alla necessita’ di utilizzare un filo non standard per ottenere queste fessure, con tutti i tempi per sostituire bussole guidafilo, oltre che allo spreco di filo di diametro inferiore a 0,2 mm, non standard, quindi di improbabile utilizzo futuro.
La lavorazione con erosione a filo restava comunque l’unica valida, specie per la campionatura, e nonostante l’alto costo, perche’ esente da bave, costosissime da togliere sul rame dopo lavorazioni ad asportazione, ed assolutamente proibite in contatti di questo tipo che devono supportare alte tensioni elettriche. ( le bave sarebbero inneschi per archi voltaici ).
E.cut ha rappresentato la soluzione ideale per diverse ragioni che si riconducono ad un costo dei pezzi che e’ risultato di pochi euro al pezzo, ben oltre a 10 volte meno che con erosione a filo convenzionale.
Il filo usato normalmente da E.cut e’ infatti di 0,18 mm e provoca un taglio di 0,2 mm quindi perfetto per l’esigenza richiesta. La campionatura richiesta di una trentina di pezzi e’ stata ottenuta in un colpo solo, sovrapponendo tutte le piastrine di rame, quindi il tempo pezzo e’ risultato di qualche minuto.
Considerando poi il costo orario di gestione di E.cut, che non supera i 40 centesimi di euro / ora, e la possibilita’ di lavorare gia’ con i modelli piu’ piccoli spessori di 250 mm, anche la produzione di qualche migliaio di pezzi e’ risultata infinitamente piu’ conveniente che con qualsiasi altro metodo.
Il prezzo della macchina poi, estremamente basso rispetto ad una erosione a filo, ne permette l’acquisto anche se l’utilizzo e’ sporadico e non continuativo.
La disponibilita’ in azienda della nuova tecnologia porta poi ad utilizzare il sistema per varie altre lavorazioni, prima fatte eseguire a terzi.

Alto, molto alto, quasi proibitivo

Questo e’ il profilo che deve essere ottenuto in un manicotto scorrevole in bronzo.
E’ un manicotto un po’ particolare.
E’ alto 500 mm, ed il foro e’ di 250 mm.

Il filo in acciaio al molibdeno di 0,18 mm. genera un taglio di 0,20 mm. La tolleranza e’ +- 2 centesimi, il profilo e’ stato eseguito con un CAD, ed importato direttamente da DXF. Tramite il CNC e’ stato aggiunta la compensazione.
La rugosita’ e’ piu’ che soddisfacente, un colpo di tela, e via

Si forse si poteva fare con una stozzatrice, Ma che stozzatrice ! E che costo !

500 mm di altezza, il massimo per questa E.cut 63, ma si possono tagliare parti di spessore fino ad 800 mm.

 

P.S. Il ricavato della lavorazione di 6 di questi pezzi ha pagato interamente la macchina